Attualità Cultura Notizie Reggio Calabria

1 maggio, apertura straordinaria del museo MArRC di Reggio Calabria

Scritto da:

Il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria, che ospita i Bronzi di Riace, prosegue le aperture straordinarie in questo mese di aprile ricco di ponti per accogliere i tanti turisti che scelgono di visitare la Calabria. Il MArRC sarà aperto anche nel giorno del Primo Maggio, secondo il consueto orario dalle 9 alle 20, con ultimo ingresso alle 19.30. Come sempre l’ingresso sarà gratuito per tutti i ragazzi fino a 18 anni, mentre il biglietto costerà solo 2 euro per i giovani da 19 a 25 anni con l’iniziativa #iovadoalmuseo voluta dal Ministro dei Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli. “Queste giornate di aprile – afferma il direttore Carmelo Malacrino – costituiscono una grande opportunità per conoscere la storia della Magna Grecia, scoprendo la ricchezza delle testimonianze archeologiche esposte al Museo. La Calabria ha avuto una posizione centrale nella storia dell’Occidente greco e i reperti del MArRC sono  una eccezionale testimonianza dell’importanza di questo territorio e dei contatti culturali e commerciali con le altre aree del Mediterraneo. Per questo si è deciso di investire nelle aperture straordinarie, con grande sforzo di tutto il personale, che ringrazio”. Sarà anche possibile visitare, senza costi aggiuntivi, la mostra “Dodonaios. L’oracolo di  Zeus e la Magna Grecia”, nella quale sono esposti preziosi reperti appositamente portati dalla Grecia, accanto ad alcune delle più evocative testimonianze delle città della Magna Grecia. Giovedì 2 maggio, alle 18, inoltre, sarà inaugurato un nuovo allestimento nello spazio di Piazza Paolo Orsi, dal titolo “Ade e Persefone. Signori dell’Aldilà”. Attraverso la selezione di oltre cinquanta reperti, molti dei quali esposti per la prima volta dopo un accurato restauro, il visitatore potrà scoprire le caratteristiche delle due divinità, i santuari e i principali aspetti dei rituali che si svolgevano nelle aree sacre presenti in numerose città greche dell’Italia meridionale e della Sicilia. (Ansa)

Condividi su Whatsapp
6 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA