Calcio Notizie Sport

Il Crotone espugna l’Adriatico, ma gioisce solo a metà

Nello stadio in cui aveva giocato le prime gare di campionato per la momentanea indisponibilità dello Scida, il Crotone trova una vittoria di speranza contro il già retrocesso Pescara, per alimentare le velleità di permanenza in serie A, nonostante i successi dell’Empoli e del Genoa con l’Inter. I calabresi, grazie a un eurogol di Tonev, rimangono in corsa, anche se la salvezza resta difficile per i risultati positivi delle dirette concorrenti. Per il Pescara una prova decorosa, ma ennesimo ko in una stagione da archiviare al più presto. Formazioni annunciate con nel Pescara l’uomo della settimana, Muntari, lasciato in panchina da Zeman. Nel Crotone Nicola deve fare a meno di Crisetig, Stoian, ma soprattutto Falcinelli. Spalti semi deserti all’Adriatico con 250 tifosi calabresi in curva sud.
Si comincia a ritmi blandi con il Crotone che si vede al 10′ con un tiro centrale di Trotta parato a terra da Fiorillo. Al 22′ sempre per gli ospiti roca a Nalini che al volo, dall’interno dell’area di rigore, trova una deviazione in angolo. Sono i calabresi a cercare di fare la gara con pochi rischi per la difesa biancazzurra. Al 25′ dopo un pallone perso sulla trequarti, il Crotone regala la sfera a Benali che in area pitagorica non riesce a concludere per l’uscita tempestiva di Cordaz. La prima conclusione nello specchio della porta di Cordaz è di Benali al 32′ che in area gira però debolmente fra le braccia del portiere del Crotone. Al 36′ brividi per la difesa pitagorica con Bahebeck che in area con la punta del piede, contrastato da Rosi, indirizza la palla però al lato della porta calabrese. Al 37′ Cordaz sbaglia l’uscita e Bahebeck si ritrova la porta spalancata andando però a trovare il salvataggio di Ferrari prima della linea. Al 40′ Caprari lanciato in area in contropiede termina a terra dopo un contrasto con Ceccherini e con Russo che lascia però proseguire fra le proteste abruzzesi. Finale di tempo tutto locale visto che al 45′ Benali in area trova ancora una deviazione sulla sua conclusione ravvicinata.
Nella ripresa al 8′ Crotone pericoloso con un tiro al volo di Ceccherini che non inquadra lo specchio della porta. La squadra di Nicola, nonostante le notizie poco incoraggianti che arrivano da Empoli, sembra più propositiva, grazie anche all’innesto di Acosty. Le emozioni sono però merce rara con i due portieri. Nel Pescara entrano i giovani Coulibaly e Muric, con l’ex Ajax che in area conclude a giro di poco. Non sbaglia però al 27′ Tonev che con un eurogol sblocca il risultato, mettendo la palla all’incrocio dove Fiorillo. In riesce ad arrivare. Il Pescara cerca di reagire, ma al 31′ Benali cade in area dopo un contrasto con Ferrari. Russo lascia proseguire e va prima ad ammonire e poi ad espellere Benalì per reiterate proteste il giocatore abruzzese. Biancazzurri sotto di una rete e in inferiorità numerica con il Crotone che congela nei minuti finali il risultato.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •