Cronaca Notizie Video

Operazione Crisalide, Miceli: “Facciamo Falcone e Borsellino a Lamezia” (Video)

Scritto da:

“Facciamo Falcone e Borsellino a Lamezia Terme”: così il reggente della cosca “Cerra-Torcasio-Gualtieri”, Antonio Miceli, si rivolgeva, in un dialogo che é stato intercettato dagli inquirenti, ad alcuni affiliati per spiegare la sua strategia per creare un “clima di terrore” nella città calabrese.
L’intercettazione è contenuta nel provvedimento di fermo emesso dalla Dda di Catanzaro nei confronti di 52 persone accusate di associazione di tipo mafioso, traffico illecito di sostanze stupefacenti, possesso illegale di armi ed esplosivi, estorsione, danneggiamento aggravato e rapina. I dettagli dell’operazione, denominata “Crisalide”, sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa cui hanno partecipato il procuratore Nicola Gratteri; l’aggiunto Giovanni Bombardieri; il generale Vincenzo Paticchio, che comanda la Legione carabinieri Calabria; il comandante provinciale Marco Pecci ed il comandante del Reparto operativo provinciale, il tenente colonnello Alceo Greco, insieme ad altri ufficiali dell’Arma.
Una intercettazione che “ci indigna”, hanno detto i magistrati e i vertici dell’Arma durante la conferenza stampa.
Secondo i vertici della Dda catanzarese, non ci sono comunque elementi che lascino pensare che l’accostamento alle stragi siciliane sia riferibile alla volontà della cosca di colpire magistrati. “Le nuove leve della cosca – ha spiegato il procuratore Gratteri – avevano una grande disponibilità di armi e ordigni, volevano creare paura e così imporre il loro dominio”. Secondo il generale Paticchio, il riferimento alle stragi di Capaci e via D’Amelio “è raccapricciante, ma proprio operazioni come quella di oggi dimostrano come il testimone lasciato da
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino è stato raccolto”. (ANSA).

Condividi su
0 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com