Cronaca Notizie Politica Vibo Valentia

Tropea, il Tar accoglie il ricorso contro lo scioglimento del Comune

Il Tar del Lazio ha accolto il ricorso che era stato presentato per chiedere l’annullamento dello scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di Tropea. Il ricorso era stato proposto dal sindaco, Giuseppe Rodolico, e da due assessori, assistiti dagli avvocati Alfredo Gualtieri e Demetrio Verbaro. Lo scioglimento del Comune era stato disposto dal Consiglio dei Ministri il 10 agosto del 2016 su proposta dell’allora Ministro dell’Interno, Angelino Alfano. Secondo gli avvocati Gualtieri e Verbaro, “mancavano del tutto gli elementi per adottare il provvedimento di scioglimento del Comune perché non c’era nulla che potesse fare presumere infiltrazioni nell’ente da parte della criminalità organizzata”.

L’accesso antimafia nel Comune di Tropea che aveva portato allo scioglimento degli organismi di gestione dell’ente era stato disposto il 22 ottobre del 2015, su proposta dell’allora prefetto di Vibo Valentia, Giovanni Bruno, e si era concluso il 22 aprile scorso. Gli accertamenti avevano preso spunto da possibili infiltrazioni della criminalità organizzata nella gestione del Comune, che il Tar, accogliendo il ricorso proposto dal sindaco Rodolico, ha ritenuto non dimostrate.

0 Condivisioni
Tag