Catanzaro Cronaca Notizie

Beni per 3 milioni sequestrati a Lamezia, c’è anche il bowling del “Due mari”

Scritto da:

La sala da bowling a 12 piste del Centro commerciale “Due mari”, una villa di 15 vani con piscina a Lamezia Terme, immobili, slot machines e conti correnti accesi in diversi istituti di credito. Ammonta ad oltre tre milioni di euro il valore dei beni sequestrati dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Catanzaro a tre persone indagate per i reati di bancarotta fraudolenta, omessa dichiarazione dei redditi e peculato. In particolare, i finanzieri hanno notificato a Giuseppe Cristaudo, di 48 anni, e alla moglie Titina Caruso, di 45 (consigliera comunale in carica di Forza Italia) la misura del divieto temporaneo di esercitare ogni attività di impresa, mentre a Battista Cristaudo, di 52 anni, è stato notificato il divieto di esercitare la professione di commercialista.

Cristaudo e la moglie, erano stati già colpiti, nel novembre 2015, da misure interdittive nell’ambito dell’operazione “Tyche” con l’accusa di peculato, bancarotta fraudolenta, dichiarazione infedele e circonvenzione di incapace, commessi nell’ambito del fallimento della Caruso Group srl, società operante nel settore della gestione di videogiochi ed apparecchi da intrattenimento. 

Condividi su
0 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com