venerdì, 19 aprile 2024

A Crotone 77 migranti salvati dalla Humanity1

Lo sbarco - a quanto appreso - dovrebbe avvenire nel pomeriggio

immagine articolo A Crotone 77 migranti salvati dalla Humanity1

Sbarcheranno a Crotone i 77 migranti soccorsi sabato scorso da Humanity 1 in acque internazionali mentre si trovavano su tre imbarcazioni. Inizialmente alla nave era stato assegnato Bari come porto di sbarco. Poi, probabilmente viste le condizioni meteo, è stato deciso di portare i migranti a Crotone. “Bari è a diversi giorni di navigazione dal luogo dei soccorsi, e questo significa che i sopravvissuti dovranno trascorrere diversi giorni sul ponte in condizioni meteorologiche in peggioramento”, aveva detto l’ong, chiedendo l’assegnazione di un porto più vicino. Durante le operazioni di salvataggio – spiega Sos Humanity – “una motovedetta della Guardia costiera libica ha sparato in acqua accanto alle persone finite in mare, e ha minacciato il nostro equipaggio. Almeno una persona è annegata nel caos che ne è seguito, alcune sono state costrette a salire sulla motovedetta e sono state riportate in Libia”. “Il comportamento della Guardia costiera libica, finanziata dall’Ue, e il mancato intervento delle autorità europee – denunciano da Sos Humanity – hanno portato alla morte e al rimpatrio di persone nel Paese da cui stavano fuggendo, in violazione del diritto internazionale”. Una ricostruzione dei fatti sostenuta anche da Sea Watch. “Il nostro aereo Seabird ha avvistato tre imbarcazioni in pericolo con a bordo circa 90 persone. Sulla scena, la nave Humanity 1, impegnata a soccorrerle – dice l’ong – Una motovedetta libica è giunta sulla scena e ha effettuato manovre pericolose che hanno provocato caos e la caduta in acqua di varie persone. La motovedetta ha anche sparato alcuni colpi in acqua”. “La motovedetta da cui sono partiti i colpi è stata consegnata dall’Italia alla Libia la scorsa estate.