Politica Primo Piano Sanità

A fine giugno 2020 Baldo Esposito esaltò la collaborazione fra Regione e Cotticelli. Ora si spieghi!

Il ruolo della Terza Commissione Consiliare Regionale Sanità, di cui Baldo Esposito è presidente. Cosa hanno fatto rispetto all'Emergenza Covid? Scritto da:

In un articolo pubblicato ieri sulla nostra testata, TgCal24, in merito alla gravissima vicenda Cotticelli, diventata un caso nazionale tanto da registrare un immediato intervento del premier Conte, abbiamo chiesto al dottor Baldo Esposito, medico ospedaliero e soprattutto presidente della Terza Commissione Consiliare Regionale Sanità (e quindi quella competente in materia) di rispondere ad alcune chiare domande sui clamorosi ritardi della Calabria in riferimento alla prevedibilissima seconda ondata Covid-19 (https://www.tgcal24.it/dramma-sanita-e-covid-quattro-domande-a-baldo-esposito-presidente-di-commissione-regionale/). Nessuna risposta finora, mentre è stato proprio lo stesso presidente di commissione, nel Consiglio regionale tenuto ieri a Reggio Calabria, a presentare a nome dell’intera maggioranza la discutibile mozione sulla “zona gialla”. Questa scelta della maggioranza significa che proprio Baldo Esposito, in quanto presidente della specifica Commissione Consiliare, è considerato l’uomo politico che nell’ambito della Regione Calabria (assieme alla Giunta, ma molto probabilmente ancor di più dell’esecutivo visto che la sua Commissione ha specifici poteri di controllo, verifica e indirizzo) ha il ruolo istituzionalmente più definito per occuparsi dell’emergenza Covid.

IN GIUGNO ESPOSITO ESALTO’ IL RAPPORTO TRA REGIONE E COTTICELLI

I silenzi (momentanei?) di Baldo Esposito rispetto alle domande postegli, stridono con un suo chiarissimo intervento del giugno scorso in cui lo stesso Esposito esaltava l’ottimo rapporto instauratosi con la struttura commissariale. Ecco le sue parole estratte da un articolo pubblicato sul “Corriere della Calabria” il 27 giugno 2020. I lettori tengano presente che già a fine giugno 2020, come si può rilevare dall’intervista Rai che ha generato il Caso Cotticelli, era ben evidente che la Calabria avesse bisogno di un Piano Covid. A fine giungo 2020, inoltre, le televisioni e i giornali nazionali non parlavano d’altro che dell’assoluta necessità di programmare e organizzare i sistemi sanitari regionali in vista della scontata seconda ondata Covid-19. Ecco le parole testuali di Baldo Esposito nel menzionato articolo, di cui forniamo anche il link per una lettura integrale: “Ciò che mi fa piacere evidenziare è che, in questa fase – dichiarava testualmente Baldo Esposito alla stampa – la programmazione e la realizzazione degli obiettivi in materia sanitaria nella regione Calabria vengano condivise tra struttura commissariale e Dipartimento tutela della salute, che, pur ognuno nel proprio specifico ruolo e nel rispetto delle competenze rispettivamente assegnate dalla normativa vigente, stanno operando in sinergia, instaurando un sistema di proficua collaborazione che, anziché sullo scontro, è fondato sull’incontro istituzionale, nell’ottica di lavorare insieme e remare in un’unica direzione. Pertanto, pur rimanendo fermamente convinto che, già da tempo, sia arrivata l’ora di porre termine all’ultra decennale commissariamento della sanità calabrese, tuttavia non indosso i paraocchi e non ho difficoltà alcuna a riconoscere che, sicuramente, il rapporto tra il nuovo governo regionale e l’ufficio del commissario stia decisamente cambiando, passando dai continui dissidi ed incomprensioni del recente passato, talora sfociati in veri e propri scontri istituzionali, ad un approccio collaborativo e costruttivo che, finché durerà il commissariamento, risulterà decisamente utile e proficuo, nell’interesse dei cittadini calabresi” https://www.corrieredellacalabria.it/politica/item/250659-esposito-bene-sinergia-santelli-cotticelli-sul-piano-anti-covid/. Avete letto bene? Può Baldo Esposito chiarire alla Calabria in che cosa si è concretizzata, soprattutto in riferimento alla terribile e devastante Emergenza Covid, questa straordinaria “sinergia” tra Regione e Commissario Cotticelli? E visto che Baldo Esposito ha dichiarato di non voler “indossare i paraocchi”, può spiegare, visto che non aveva i paraocchi, che tipo di monitoraggio e di verifica, da giugno a ottobre 2020, è stato effettuato sulle attività svolte (o non svolte) per affrontare adeguatamente l’emergenza Covid in Calabria? “Passando dai continui dissidi ed incomprensioni del recente passato”, il lavoro di monitoraggio politico-istituzionale della Terza Commissione Consiliare Regionale Sanità presieduta da Baldo Esposito non avrebbe potuto e dovuto svolgersi informando di continuo, giorno per giorno, settimana per settimana, l’opinione pubblica calabrese e in particolare tutto il mondo della sanità regionale sul potenziamento delle strutture sanitarie per l’Emeregnza Covid? Ecco il titolo dell’articolo pubblicato dal “Corriere della Calabria” il 27 giugno 2020, che appare anche nell’immagine che correda il nostro servizio: “Esposito: bene sinergia Santelli-Cotticelli sul piano anti-Covid”. Le parole superano ogni possibile commento!

LA TERZA COMMISSIONE REGIONALE SULLA SANITA’

Un’altra domanda poniamo, oltre che a Baldo Esposito, presidente della Terza Commissione Consiliare Regionale Sanità, a tutti i componenti della stessa: che tipo di lavoro politico-istituzionale avete svolto in merito all’Emergenza Covid, soprattutto nel periodo maggio-ottobre 2020? Nei prossimi giorni contatteremo uno ad uno tutti i componenti della Terza Commissione per capire quante riunioni, o quanti punti agli ordini del giorno, nel periodo maggio-ottobre 2020, abbiano riguardato l’Emergenza Covid che, ci pare, avrebbe dovuto avere priorità assoluta su tutto. Le Commissioni consiliari regionali hanno un ruolo fondamentale nella vita politica e istituzionale della Calabria, sono dotate di personale addetto, hanno un costo non indifferente che grava sul bilancio della Regione. Ci sono interrogazioni, verbali di sedute ed altro materiale istituzionale documentato della Terza Commissione Consiliare o dei suoi singoli componenti sull’Emergenza Covid? Possono fornircelo? Noi abbiamo iniziato ad effettuare una ricerca, ma se gli interessati volessero collaborare con invio diretto ai nostri indirizzi del materiale documentario oggetto di questo articolo, sarebbe cosa buona e giusta nonché positiva per gli stessi consiglieri regionali probabilmente impegnati in una nuova campagna elettorale e quindi desiderosi di comunicare al meglio con i cittadini. Esistono inoltre relazioni documentate e protocollate, sull’Emergenza Covid, firmate da qualcuno dei tanti collaboratori interni o esterni dei consiglieri regionali (presidente compreso) della Terza Commissione? Insomma, si può capire nel dettaglio che tipo di lavoro politico-istituzionale ha svolto la Terza Commissione Consiliare Sanità sull’Emergenza Covid-19 e che risultati positivi lo stesso lavoro ha prodotto, considerato che abbiamo dovuto aspettare un’intervista Rai, e il lavoro di un ottimo giornalista, per cominciare a capire in che situazione la Calabria si trova rispetto all’Emergenza Covid-19? Il vice presidente della Terza Commissione Regionale Sanità risulta essere un altro medico catanzarese, Libero Notarangelo, del Pd, mentre Baldo Esposito è stato eletto nella lista Casa della Libertà. I poteri delle Commissioni Consiliari Regionali sono notevoli: li sancisce l’articolo 31 dello Statuto regionale, lo si legga http://www.consiglioregionale.calabria.it/portale/BancheDati/Statuto/Statuto.

LE COMMISSIONI REGIONALI HANNO POTERI DI CONTROLLO, POSSONO DISPORRE INDAGINI CONOSCITIVE, ecc.

Ecco cosa dice, tra l’altro, l’articolo 31 dello Statuto della Regione Calabria: “Le Commissioni, ciascuna nell’ambito delle proprie competenze, svolgono funzioni di controllo sull’attività amministrativa degli uffici della Regione, degli enti e delle aziende da essa dipendenti e ne riferiscono al Consiglio. A tal fine, le Commissioni possono: A. richiedere l’intervento del Presidente della Giunta e degli Assessori per ottenere chiarimenti sulle questioni di loro competenza; B. richiedere al Presidente della Giunta e agli Assessori informazioni, notizie e documenti; C. richiedere, previa comunicazione al Presidente della Giunta o al Presidente del Consiglio, l’intervento dei titolari degli uffici dell’amministrazione regionale, degli enti e delle aziende da essa dipendenti. Le Commissioni, nelle materie di loro competenza, possono disporre, d’intesa con l’Ufficio di Presidenza del Consiglio, indagini conoscitive dirette ad acquisire notizie, informazioni e documenti utili all’approfondimento di particolari tematiche o questioni relative alla loro attività e a quella del Consiglio. Ecc.”. Considerati questi vasti poteri istituzionali, Baldo Esposito, presidente della Terza Commissione Consiliare Regionale Sanità, può chiarire alla Calabria che cosa la sua Commissione ha fatto in merito all’Emergenza Covid-19?

Condividi su
55 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com