Ambiente Attualità Cronaca Natura Notizie

Abusivismo: in Calabria eseguito solo l’11,2% delle ordinanze di demolizione

Maglia nera alla nostra regione per il tema degli illeciti edilizi, riportato a galla dalla tragedia di Ischia

In Calabria vengono eseguite solo l’11,2% delle ordinanze di demolizione. La nostra regione si trova al penultimo posto nella classifica delle demolizioni degli edifici abusivi, un tema tornato alla ribalta dopo la tragedia che ha colpito Casamicciola, ad Ischia. Secondo un focus di Legambiente al sud viene buttato giù solo il 10-20% degli edifici abusivi. Nelle quattro regioni più segnate dalla presenza mafiosa, ovvero Calabria, puglia, Sicilia e Campania, si concentra il 43,4% degli illeciti edilizi registrati in Italia nel 2019. In queste quattro regioni sono state emesse 14.485 ordinanze di demolizione. Ne sono state eseguite appena 2.517, pari al 17,4%. Cinque volte su sei, l’abusivo ha la quasi matematica certezza di farla franca. Può andargli ancora meglio se l’immobile è stato realizzato lungo le coste. Se si considerano solo i comuni litoranei, la percentuale nazionale di abbattimenti scende a 24,3%. Dopo la tragedia di Casamicciola, il Wwf chiede che si approvi quella legge sul consumo di suolo di cui si discute inutilmente dal 2012. L’ong ricorda che (dati Ispra) ogni secondo in Italia vengono cementificati 2 metri quadrati di suolo. Dal 2000 al 2019 (dati Cnr) il dissesto idrogeologico ha causato 438 morti nel paese. Anche Francesco Vincenzi, Presidente dell’Associazione nazionale dei Consorzi di bacino (Anbi), chiede “una legge contro l’eccessivo consumo di suolo, che è acceleratore di pericolo di fronte alle violente conseguenze della crisi climatica. Approvarla in tempi rapidi sarebbe una risposta responsabile e democratica al dolore di tante famiglie”.

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com