Attualità Crotone Cultura Notizie Primo Piano Speciali Turismo Video

Alla scoperta degli antichi tesori subacquei con la realtà virtuale

Un’immersione nella realtà virtuale, alla scoperta dei tesori archeologici custoditi dalle acque cristalline dell’Area marina protetta Capo Rizzuto, ma non solo. La trasposizione nella realtà virtuale dei resti di antichi naufragi che giacciono sul fondo del nostro mare è una delle attività del progetto europeo Bluemed, che punta a valorizzare il patrimonio culturale subacqueo del Mediterraneo attraverso lo sviluppo di varie forme di turismo sostenibile. Uno dei siti pilota è proprio l’Area marina protetta Capo Rizzuto – attraverso alcune attività svolte in partenariato con Università della Calabria, Polo Museale e Soprintendenza ai beni archeologici – assieme al Parco archeologico sommerso di Baia vicino Napoli, alle isole Sporadi in Grecia e al sito sommerso di Tsavtat in Croazia.

Su tutti questi siti ha lavorato l’equipe che, presso il museo archeologico nazionale di Crotone, ha illustrato il percorso che porta dallo studio dei reperti e dal loro restauro fino alla realizzazione di accuratissimi percorsi virtuali di ultima generazione.

Un approfondimento sul tema andrà in onda nella puntata di Tracce in programma per lunedì alle ore 21 su Video Calabria, canale 13 

23 Condivisioni