martedì, 28 maggio 2024

Ama Calabria chiude la stagione con dr. Jekyll e mr. Hyde

In scena al Comunale di Catanzaro lo spettacolo con la regia di Sergio Rubini

Il mistero portato sul palcoscenico. In un ambiente da film noir, la Londra dell’epoca vittoriana è stata rappresentata al Comunale di Catanzaro ne “Il caso Jekyll”, tratto dall’opera di Robert Stevenson, con Daniele Russo e Sergio Rubini – che ha chiuso la stagione teatrale di AMA Calabria. Quello messo in scena da Rubini – in veste di attore/narratore e regista – è un lavoro che sembra essere più cinema che teatro, tanta è l’intensità che pervade l’intera narrazione. L’aspetto quasi voyeuristico e la successione dettagliata degli eventi riescono a infondere nel pubblico la stessa ansia creata dal susseguirsi degli eventi che si percepisce in un film. Il protagonista, il nobile medico londinese Dr. Henry Jekyll, sperimentò su sé stesso una pozione preparata da lui che gli permise di trasformarsi fisicamente nel suo malvagio alter-ego, Edward Hyde. Sebbene l’obiettivo di Jekyll fosse quello di usare la scienza per liberare l’umanità dal male, il lato oscuro del suo cervello prende gradualmente il controllo. In questo lavoro Sergio Rubini ha lasciato per sé il doppio ruolo di narratore e di Hastie Lanyon, amico di Jekyll, accompagnando gli spettatori, attraverso le sue letture, nei vari momenti dell’intera vicenda. A Henry Jekyll ed Edward Hyde presta il volto, o forse sarebbe meglio dire i volti, uno strepitoso Daniele Russo.

interviste:
Sergio Rubini – attore e regista
Daniele Russo – attore