Cronaca Notizie Reggio Calabria

Beni per 5,5 milioni sequestrati dalla Guardia di Finanza a Reggio

0 Condivisioni

Beni e rapporti finanziari per un valore di circa 5,5 milioni di euro sono stati posti sotto sequestro preventivo su richiesta dalla Dda ed eseguito dalle fiamme gialle a carico di due persone condannate per associazione a delinquere.
Il patrimonio interessato dal provvedimento è intestato o comunque riconducibile a Francesco Gattuso e Demetrio Meniti ed è costituito da imprese commerciali; due edifici composti in tutto da 14 unità immobiliari, di cui 10 abitazioni e 4 depositi commerciale; altri due fabbricati in costruzione; nove terreni; quattro polizze e 66 rapporti bancari.

Le figure di Gattuso e Meniti erano emerse durante le indagini condotte dalla Dda di Reggio Calabria nell’ambito dell’operazione Crimine quando entrambi vennero arrestati, insieme ad altre 119 persone, con l’accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso, essendo ritenuti “intranei e partecipi” alla “locale” di ‘ndrangheta che operava nelle frazioni del capoluogo di “Croce Valanidi-Oliveto-Trunca-Allai”. Dopo l’operazione Crimine la Dda aveva disposto un’indagine patrimoniale per individuare il patrimonio riconducibile ad entrambi. Il valore dei patrimoni individuati dalla fiamme gialle – che sarebbero risultati nelle loro disponibilità, sia dirette che indirette – è apparso agli investigatori sproporzionato rispetto alle rispettive capacità reddituali,facendo ritenere inoltre che le risorse utilizzate per acquisirli provengano da fonti illecite. Di qui il sequestro preventivo di questa mattina.