Cronaca Nazionali Notizie Sport

Caso Bergamini: il cadavere sarà riesumato il 2 maggio

0 Condivisioni

La riesumazione del cadavere di Denis Bergamini verrà effettuata il prossimo 2 maggio ad Argenta, in provincia di Ferrara.

Lo ha deciso la Procura della Repubblica di Castrovillari, il cui procuratore Eugenio Facciolla ha disposto la riapertura delle indagini sulla morte del calciatore del Cosenza, avvenuta il 18 novembre del 1989. Due informazioni di garanzia sono state notificate all’ex fidanzata di Bergamini, Isabella Internò, ed a Raffaele Pisano, il conducente del camion che investì il calciatore.

“Procederemo con la riesumazione del cadavere di Denis Bergamini – ha detto Facciolla – perché vogliamo approfondire con le tecniche di cui oggi si dispone tutti i possibili aspetti di quello che non è un suicidio, non è ipotizzabile come un suicidio».

Anche grazie alla testimonianza della Internò, la prima inchiesta infatti liquidò il “caso Bergamini” come suicidio; ma fin da subito i dubbi furono moltissimi, tutti confermati dalla successiva riapertura delle indagini. La donna raccontò che il calciatore si era lanciato davanti al camion per suicidarsi, una dinamica ritenuta incompatibile con le condizioni del cadavere; ed anche i successivi rilievi effettuati dal medico legale lasciano intendere che il ragazzo fosse già morto quando fu “sormontato” (e non investito) dal camion.