venerdì, 14 giugno 2024

Caso Bergamini, indagato anche il marito di Isabella Internò

immagine articolo Caso Bergamini, indagato anche il marito di Isabella Internò

Luciano Conte è  indagato nell’inchiesta sulla morte di Donato “Denis” Bergamini. Il poliziotto marito di Isabella Internò, ex fidanzata del calciatore del Cosenza, è entrato dunque ufficialmente nell’inchiesta, indagato per concorso in favoreggiamento personale.

L’informazione la si evince dal conferimento di un incarico ad un esperto, da parte del Procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla, titolare del fascicolo, “dovendo procedere ad accertamento tecnico non ripetibile relativo a: estrazione ed analisi dei dati informatici contenuti nei telefoni cellulari e materiale informatico sequestrato il 29 marzo a Internò Isabella e Conte Luciano”. Un documento con cui il procuratore avvisa sia le parti offese che gli indagati, in modo che tutti possano a loro volta nominare dei periti di parte.

Dal documento si comprende, dunque, come il 29 marzo scorso a Isabella Internò e Luciano Conte siano stati sequestrati i telefonini, che ora saranno analizzati. Nel fascicolo di Facciolla ci sono già alcune intercettazioni ambientali tra i due risalenti al 2012.

Il corpo senza vita di Donato Bergamini fu rinvenuto la sera del 18 novembre 1989 sulla strada statale 106 Jonica nei pressi di Roseto Capo Spulico. Fin da subito si parlò di suicidio, visto che secondo il racconto di Isabella Internò il calciatore si sarebbe tuffato sotto un tir. Ma questa versione non ha mai convinto la famiglia e, in effetti, dopo la riapertura del caso e la riesumazione del cadavere lo scorso luglio, le analisi hanno dimostrato che suicidio non era stato.

Nel registro degli indagati sono, quindi, stati iscritti Isabella Internò e Raffaele Pisano, l’autista del Tir, con le accuse di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dai motivi abietti e futili e dalle sevizie.