Catanzaro Notizie Politica TICKERS Video

Catanzaro, non sono mancate le proteste al primo Consiglio Comunale dopo “Gettonopoli” (VIDEO)

Annunciata ed attesa, dopo il tam-tam sui social, la protesta dei catanzaresi contro il tentativo dell’amministrazione comunale di andare comunque avanti nonostante l’inchiesta “Gerione” della Procura di Catanzaro, che ha coinvolto 29 dei 32 consiglieri comunali a causa dei presunti rimborsi illeciti collegati alle sedute delle commissioni consiliari, si è manifestata in occasione della prima riunione del consiglio comunale. Prima dell’inizio della seduta, un gruppo di persone ha dapprima inscenato un sit-in in piazza Prefettura, di fronte a Palazzo di Vetro, sede della Provincia in cui era in programma la riunione, e poi ha fatto ingresso nell’aula consiliare per assistere ai lavori dell’assemblea. Alla calma apparente d’inizio seduta hanno fatto seguito le prime voci di dissenso, levatesi durante l’intervento del presidente del consiglio comunale, Marco Polimeni. Ma la strada è tracciata: il sindaco Abramo va avanti nonostante tutto, dopo la nomina della nuova giunta oggi sono arrivate le surroghe dei cinque consiglieri dimissionari, e le comunicazioni di Abramo. La proposta di decadenza per Tommaso Brutto è respinta a larga maggioranza, 23 voti contro 2, ennesima riprova della chiusura a riccio che sta caratterizzando le ultime settimane. Ma il caso Catanzaro è tutt’altro che sgonfiato: il vice presidente del Codacons, Francesco Di Lieto, sottolinea il conflitto d’interesse di un’assemblea che dovrebbe costituirsi parte civile contro se stessa; Fabio Guerriero, del Pd, si scaglia contro lo scarso rispetto di procedure e regolamenti.

3 Condivisioni