Attualità Catanzaro Notizie Video

Catanzaro, protesta dei tirocinanti degli enti locali: chiedono garanzie sul futuro (VIDEO)


Erano poco più di 300 i tirocinanti degli enti locali calabresi, ex percettori di mobilità, che hanno manifestato a Catanzaro, davanti alla sede della Cittadella regionale, per rivendicare l’equiparazione del loro status a quello di tutti gli ex percettori di mobilità e per chiedere garanzie sul loro futuro occupazionale. Una delegazione di lavoratori ha anche incontrato i dirigenti dell’assessorato regionale al lavoro. I dimostranti hanno spiegato che la manifestazione non era una vera e propria protesta quanto piuttosto una richiesta di sensibilizzazione: si tratta, infatti, di gente dall’età media piuttosto alta, molti i sessantenni, che lavora per 80 ore settimanali con salari di 500 euro al mese, nessuna copertura assicurativa per malattie ed infortuni e senza vedersi riconosciuti i contributi. In sostanza, una condizione che per un’impresa privata sarebbe fonte di grossi grattacapi e che è invece tollerata nel settore pubblico. La richiesta alla Regione è quella di regolarizzare le posizioni lavorative, equiparandole a quelle dei tirocinanti del settore giustizia, ponendo fine a quella che i lavoratori considerano una discriminazione che si protrae dal 2009, e che ha consentito solo ad una categoria di tirocinanti ad ottenere una serie di provvedimenti che li favoriscono. Una diversità di trattamento che a coloro che prestano la loro opera all’interno degli enti locali non va giù, così come non si accetta che ci sia chi può ottenere il riconoscimento di titoli che possono essere spesi nei concorsi anche per trovare collocazione presso quegli enti in cui si creassero dei vuoti a causa dei pensionamenti e della quota 100. Altra causa di preoccupazione è la banca dati, poiché da un anno non si capisce se vi siano risorse sufficienti per consentire ai precari di proseguire il loro percorso. Ma quello che maggiormente tormenta i lavoratori è l’indeterminatezza della Regione, che non prende posizione e che non consente loro di intravedere il benchè minimo spiraglio per il futuro.

Condividi su:
  • 13
  •  
  •  
  •  
    13
    Shares