lunedì, 04 marzo 2024

Catanzaro: una chiesa gremita ha dato l’ultimo saluto a Maria Pansini

La capotreno ha perso la vita insieme al 24enne alla guida del camion nell'incidente ferroviario avvenuto martedì sera a Corigliano Rossano

Una chiesa gremita di gente ha voluto dare l’addio oggi pomeriggio a Catanzaro a Maria Pansini, la capotreno deceduta a seguito dell’incidente ferroviario avvenuto a Corigliano Rossano, martedì scorso. Nello scontro tra il treno ed il camion sui binari ha perso la vita anche il conducente del mezzo, Said Hannaoui, di 24 anni, di nazionalità marocchina. Presenti al rito funebre, celebrato nella chiesa di Santa Teresa di Gesù Bambino, il sindaco del capoluogo, Nicola Fiorita, che ha indossato la fascia tricolore, nonchè il presidente del Consiglio Regionale, Filippo Mancuso.

«Oggi la città di Maria Pansini è avvolta in un velo di profonda tristezza – ha dichiarato Mancuso – abbiamo negli occhi il suo volto solare e conosciamo la passione con cui svolgeva le sue mansioni di capotreno. Il suo spirito generoso rimarrà nei nostri cuori per sempre. Un pensiero di cordoglio alla famiglia del giovanissimo Hannoui Said, vittima anche lui dell’incidente ferroviario di Corigliano-Rossano. Catanzaro e la Calabria perdono una donna simbolo dell’attaccamento al lavoro, che ha dedicato la vita al servizio della collettività. Dobbiamo avere per Maria Pansini, cui mi legano rapporti di amicizia e stima verso tutti i suoi familiari, e per la dedizione e professionalità nello svolgimento delle sue funzioni, gratitudine e rispetto. Il suo sacrificio è da monito per tutti coloro che hanno il potere di fermare le stragi bianche. L’ingiustizia delle tante vite spezzate sul lavoro, un elenco di nomi sempre più lungo, è un’offesa intollerabile ai valori su cui è fondata la nostra convivenza».

NOTIZIE COLLEGATE