mercoledì, 24 luglio 2024

Centrodestra, forti campanelli d’allarme al Sud: esiste un problema serio di selezione delle classi dirigenti!

immagine articolo Centrodestra, forti campanelli d’allarme al Sud: esiste un problema serio di selezione delle classi dirigenti!

Il centrodestra al Sud ha un problema generalizzato di classi dirigenti. Il dato emerge chiaramente da quest’ultimo test delle elezioni regionali, e in particolare da Campania e Puglia. La vita dei partiti del centrodestra nel Mezzogiorno è contrassegnata da un articolato ritardo nel selezionare gruppi dirigenti complessivamente capaci di proporsi come guida autorevole e strutturata delle esigenze di riscatto del Sud. I tonfi elettorali di Fitto e di Caldoro la dicono lunga ed hanno un valore politico che va al di là delle specifiche competizioni elettorali regionali di Puglia e Campania.

Quando il confronto con gli elettori del Sud scende sotto il livello europeo e nazionale, e diventa sfida politica per le Regioni e i Comuni, le atmosfere cambiano: non sono più i leader nazionali a trainare consensi, ma i riflettori si accendono sulle dimensioni locali. Il Mezzogiorno della protesta sociale, che alle politiche del 2018 votò in massa per i 5Stelle, è ancora alla ricerca di punti di riferimento forti. I partiti del centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia) devono ragionare in maniera seria e risolutiva su un argomento che sarà fondamentale per il loro futuro ad ogni livello. Occorrono scelte coraggiose e coerenti, rapide e incisive. I campanelli d’allarme questa volta sono suonati in maniera molto forte! (a. i.)