Ambiente Natura Notizie Reggio Calabria

Chiude il centro di recupero delle tartarughe marine di Brancaleone

Nazzareno, una delle Caretta Caretta curate presso il centro (foto www.crtmbrancaleone.it)
19 Condivisioni

Chiude l’attività del Centro di recupero tartarughe marine di Brancaleone. A determinare la cessazione è stata la decisione di Ferservizi (Gruppo Ferrovie dello Stato) di non rinnovare il contratto di comodato d’uso al Comune per i locali della stazione ferroviaria che dal 2006 ospitano il Crtm. A renderlo noto è stato lo stesso Centro che ha ricevuto una lettera da parte del Comune “dove – è scritto in una nota – ci viene intimato di sgomberare i locali”. I locali erano concessi in comodato d’uso dal Comune alla onlus che, prosegue la nota, “ha sempre provveduto ad autofinanziarsi senza mai gravare su alcuna istituzione”. Per i volontari si tratta di “un fulmine a ciel sereno che lascia attoniti e senza parole. A nulla è valso il nostro impegno che in questi anni ha portato Brancaleone ad avere una risonanza mediatica positiva a livello nazionale e internazionale”. In 12 anni sono state salvate oltre 600 tartarughe marine e ospitato e formato oltre 1000 volontari e studenti