sabato, 25 maggio 2024

Confiscati beni per 1 milione a soggetti ritenuti vicini alla criminalità

Si tratta di sei abitazioni, un locale commerciale e due terreni

immagine articolo Confiscati beni per 1 milione a soggetti ritenuti vicini alla criminalità

I Finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme, in esecuzione a specifica Sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro, hanno proceduto alla confisca definitiva di beni immobili riconducibili a soggetti attigui alle consorterie criminali locali, gravati da numerosi precedenti penali e dediti alla commissione di plurimi reati in forma associativa.

Le indagini – riferisce una nota – avrebbero permesso di ricostruire il percorso criminale degli stessi sia con riguardo alle condotte per le quali è intervenuta condanna definitiva per i reati di usura ed estorsione sia riguardo ad altre condotte criminali truffaldine attraverso le quali i proposti avevano accumulato un ingente patrimonio immobiliare schermato dietro la fittizia intestazione a soggetti terzi, anch’essi colpiti da misura ablativa.

In particolare, attraverso specifici accertamenti, è stato possibile ricostruire il profilo economico – patrimoniale dei vari soggetti coinvolti direttamente o per interposta persona nelle varie acquisizioni di beni immobili risultate prive di giustificazioni e la conseguente rilevante sproporzione tra i redditi dichiarati e patrimonio nella loro disponibilità, ha consentito di pervenire al sequestro e alla successiva confisca definitiva di immobili per un valore stimato di oltre un milione di euro.

Nel complesso i Finanzieri Lamezia Terme hanno proceduto all’espropriazione definitiva a favore dello Stato di sei abitazioni di pregio, un locale a destinazione commerciale e due appezzamenti di terreno situati in diversi comuni delle province di Catanzaro e Vibo Valentia.