martedì, 23 luglio 2024

Controlli in tutta la regione per evitare abusi e garantire l’acqua agli agricoltori

Lo ha annunciato il commissario straordinario del Consorzio di Bonifica della Calabria, Giacomo Giovinazzo

immagine articolo Controlli in tutta la regione per evitare abusi e garantire l’acqua agli agricoltori

La distribuzione dell’acqua ad uso irriguo è partita e il Consorzio di Bonifica della Calabria è impegnato con tutte le maestranze ad un costante monitoraggio. Ma, questo non è sufficiente. E allora il Consorzio Unico, a fronte di un periodo, per come certificato anche dagli enti preposti, che sarà caratterizzato da forte siccità, ha messo in campo un’attività di controllo straordinario su tutto il territorio regionale per evitare abusi e garantire l’acqua agli agricoltori.

“Particolare attenzione viene rivolta come sempre al comparto agricolo a supporto degli agricoltori, afferma il Commissario straordinario Giovinazzo, il Consorzio non avrà tolleranza alcuna per coloro che adoperano l’acqua per usi non consentiti e non permetterà la presenza di eventuali allacci non regolarizzati. C’è il massimo impegno, prosegue, a garantire interventi che hanno visto la sostituzione di tratti delle condotte logorate o la loro riparazione e questo ha comportato un cospicuo impegno finanziario. Dall’inizio del mio mandato – precisa – ho sempre insistito sulla leale collaborazione con gli agricoltori e di questo sono fiducioso perchè accadrà”.

“Il nostro obiettivo – prosegue – è la riduzione degli sprechi e l’utilizzo appropriato della risorsa. La siccità sta colpendo anche i nostri territori che sono tradizionalmente ricchi di acqua, e lo può fare precocemente quest’anno, mettendo in crisi il comparto agricolo. La misura di controllo straordinario è dettata anche dal fatto che abbiamo verificato episodi spiacevoli, con abusivi che hanno allacci idrici non regolarizzati e per la responsabilità che abbiamo dobbiamo agire rapidamente”.

“Pertanto – aggiunge il commissario – tutti gli utenti sprovvisti di autorizzazione all’allaccio alla rete consortile devono recarsi presso gli uffici comprensoriali e provvedere all’immediata sottoscrizione della domanda di utenza. Le squadre incaricate alla vigilanza, avverte Giovinazzo, oltre a sospendere l’erogazione del servizio, provvederanno all’immediata denuncia dei trasgressori all’autorità giudiziaria competente. Quindi non solo un appello ma azioni concrete per sminare comportamenti irresponsabili”.