Catanzaro Cosenza Cronaca Crotone Notizie Primo Piano Reggio Calabria TICKERS Ultima Ora Coronavirus Vibo Valentia Video

Coronavirus, altre cinque vittime in Calabria nelle ultime ore: lieve aumento dei contagi (VIDEO)

I dati sono aggiornati alla tarda mattinata di oggi 4 aprile Scritto da:

Altre cinque vittime, in Calabria, nelle ultime ore, a concausa del coronavirus. Nella notte due persone sono decedute nell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro. Una di esse è un uomo di 61 anni di Vibo Valentia che si era sentito male ed era stato ricoverato nel reparto di malattie infettive dopo essere rientrato dall’aver trascorso una settimana bianca in Trentino Alto Adige all’inizio di marzo. La seconda vittima è un anziano 94enne di Cardinale che era ospite della casa di riposo di Chiaravalle Centrale nella quale l’epidemia ha finora causato la morte di dieci persone. Ieri, la nona vittima era stato un uomo di 66 anni di Serra San Bruno. Sono però tre le persone della provincia di Vibo Valentia che tra ieri ed oggi non ce l’hanno fatta: la terza è un uomo di 88 anni trovato cadavere a Pizzo Calabro. Infine, a Reggio Calabria è morto un uomo di 75 anni che era ricoverato in terapia intensiva ed il cui quadro clinico era severo già al momento del ricovero. Dunque, al momento (comprese le cinque vittime di oggi) le vittime calabresi dell’epidemia sono 50, mentre è ancora basso il numero delle persone guarite, 28: ne sono state dimesse 11 a Reggio Calabria, 10 a Catanzaro, 3 a Cosenza, e 2 sia a Crotone che a Vibo Valentia.

Lievissimo aumento del numero dei contagi da coronavirus dopo il solito aggiornamento dei dati del laboratorio di analisi dell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro, che questa notte ha registrato tre nuovi casi positivi, tutti e tre del Vibonese. I tamponi effettuati nella notte sono stati 216, vale a dire uno ogni 72 tamponi. Ieri i nuovi casi positivi erano stati 15 su 206 tamponi. Attualmente, nei reparti di terapia intensiva degli ospedali calabresi sono ricoverate 15 persone, 8 a Catanzaro, 4 a Reggio Calabria e 3 a Cosenza.

La situazione è finora gestibile, ma i ritardi nella fornitura del materiale necessario per incrementare i posti-letto generano nervosismo ed apprensione. Finora la nostra regione ha ricevuto 20 ventilatori a turbina, quelli per la terapia sub-intensiva, ed 11 ventilatori ad alta complessità, ovvero quelli ad aria compressa, che a tutti gli effetti suppliscono le funzioni compromesse nei casi delle più gravi crisi respiratorie. Ieri, di queste macchine fondamentali per salvare la vita dei pazienti più gravi ne sono state consegnate sei, ma è ancora troppo poco per rendere tranquilli medici ed infermieri in trincea. Scorrendo i dati delle consegne sin qui effettuate, si scopre che in Calabria finora sono arrivati 177 mila guanti in lattice e 137 mila calzari, 1.414 maschere total-face, quasi 309 mila mascherine chirurgiche, 116.500 mascherine FFP2 e solo 5.025 mascherine FFP3, le più sicure. Pochi anche gli occhiali protettivi, circa 1.400. I tamponi pervenuti sono 18 mila, inviati tutti il 18 marzo scorso. Finora, dall’inizio dell’epidemia ne sono stati effettuati circa 10 mila.

Condividi su Whatsapp
360 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA