Attualità Catanzaro Notizie Primo Piano Sanità TICKERS Video

Coronavirus, attivato dalla Regione Calabria un nuovo numero verde (VIDEO)

La novità è emersa dalla riunione svoltasi presso la Prefettura di Catanzaro

Le istituzioni calabresi non sottovalutano l’emergenza coronavirus. È questo il messaggio emerso dalla riunione svoltasi presso la Prefettura di Catanzaro ed alla quale hanno partecipato prefetti e vertici delle forze dell’ordine di tutt’e cinque le province calabresi, autorità militari e dirigenti dei dipartimenti regionali salute e protezione civile. Preso atto delle decisioni della conferenza stato-regioni, e cioè nessuna chiusura di scuole ed università, come aveva proposto la neo presidente Santelli, è stato ribadito che le norme di profilassi, ovvero le segnalazioni alle autorità sanitarie e la quarantena volontaria, sono obbligatorie solo per coloro che provengono o sono passati dalle cosiddette zone rosse, ovvero la zona del lodigiano e la parte della provincia di Padova in cui si sono sviluppati i focolai, mentre si sta valutando la possibilità di installare strutture mobili nelle vicinanze degli ospedali, cioè delle tende da destinare a triage protetti, così come si è già fatto dove si sono registrati casi di contagio allo scopo di evitare che persone che hanno contratto il virus entrino in pronto soccorso.

La novità sostanziale delle ultime ore, come comunica il prefetto di Catanzaro, Francesca Ferrandino, è l’istituzione, da parte della Regione, di un secondo numero verde che si aggiunge al 1500 già attivato dal ministero della salute: il nuovo numero è l’800-76.76.76, chiamando il quale si entra in contatto con operatori sanitari di provata esperienza, e dunque in grado di dare notizie certe. Il prefetto invita tutti a governare la paura, sentimento comprensibile purché non si trasformi in qualcosa di irrazionale. Ed evitare questo salto di qualità, dice la Ferrandino, è uno dei principali compiti delle istituzioni in un momento come questo. Per quel che riguarda l’aspetto strettamente sanitario, il dirigente del dipartimento salute della Regione, Antonio Belcastro, spiega che sarà sempre maggiore il coinvolgimento delle aziende sanitarie territoriali e della medicina di base, primo fronte nella battaglia di contrasto del Covid 19.

15 Condivisioni