Attualità Cronaca Cultura Notizie Primo Piano TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Coronavirus, Calabria verso zona rossa? Incerto il ritorno sui banchi di scuola

La nostra regione – secondo gli scenari previsti da Ministero della Salute ed Iss ad ottobre – rientrerebbe nel secondo. In tutto questo, il 15 gennaio scade il Dpcm Natale. Scritto da:

La Calabria ha un indice Rt di trasmissibilità del Coronavirus superiore all’1, secondo quanto riferito dalla Cabina di Regia nell’ultimo report di monitoraggio nella settimana tra il 21 ed il 27 dicembre scorsi. Questo – sempre secondo gli esperti – inserisce la situazione calabrese in uno scenario di tipo 2 sui 4 previsti ad ottobre da Ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, in previsione della stagione autunno-inverno 2020/2021 (LEGGI IL DOCUMENTO). Lo scenario di tipo 2 viene così spiegato: “Situazione di trasmissibilità sostenuta e diffusa ma gestibile dal sistema sanitario nel breve e medio periodo, con valori di Rt regionali sistematicamente e significativamente compresi tra Rt=1 e Rt=1,25. Un’epidemia con queste caratteristiche di trasmissibilità potrebbe essere caratterizzata da una costante crescita dell’incidenza di casi e corrispondente aumento dei tassi di ospedalizzazione e dei ricoveri in terapia intensiva. La crescita del numero di casi potrebbe però essere relativamente lenta, senza comportare un rilevante sovraccarico dei servizi assistenziali per almeno 2-4 mesi”.

Ora, trovandoci in una tale situazione – con la scadenza del Dpcm Natale al 6 gennaio, con tutte le misure restrittive inserite dal Governo per le festività – il ritorno sui banchi di scuola, fissato al 7 gennaio con il 50% degli alunni in presenza, sembrerebbe quasi destinato ad un rinvio e – dunque – ad un ritorno alla didattica a distanza.

Durante le vacanze natalizie, come abbiamo visto, tutte le regioni italiane hanno abbandonato lo “status” dei vari colori (la Calabria era zona gialla) per essere inserite di default tutte tra arancioni e rosse: la collocazione dei territori nelle varie zone – riporta l’Ansa – sarà invece decisa già in seguito al monitoraggio che arriverà nella prima metà della settimana entrante. A rischiare la zona rossa per ora sono soprattutto Veneto, Liguria e Calabria, ma anche Puglia, Basilicata e Lombardia.

G.L.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Condividi su Whatsapp
39 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA