venerdì, 14 giugno 2024

Coronavirus, dal 26 aprile riaprono scuole ed attività all’aperto: ritornano le zone gialle e gli spostamenti

E' quanto hanno dichiarato, in conferenza stampa, il premier Mario Draghi ed il ministro della Salute Roberto Speranza

immagine articolo Coronavirus, dal 26 aprile riaprono scuole ed attività all’aperto: ritornano le zone gialle e gli spostamenti

Dal 26 aprile ritornano le zone gialle e si da precedenza alle attività all’aperto – come il ritorno sia a pranzo che a cena nei locali, ma anche spettacoli e concerti; riaprono anche le scuole, ma solo in zona gialla ed in arancione. E’ quanto è emerso dalla conferenza stampa in corso del presidente del Consiglio Mario Draghi insieme al ministro della Salute Roberto Speranza. «E’ un rischio ragionato, i dati sono in miglioramento» – ha dichiarato il premier ai giornalisti – «è un’opportunità sia per l’economia che per la vita sociale». Il ritorno alle attività all’aperto – è emerso dall’incontro con i giornalisti – prevede ovviamente il rispetto delle classiche misure come il distanziamento, l’uso delle mascherine, e l’igienizzazione delle mani. Il ministro Speranza ha tracciato una road-map per la ripartenza delle altre attività – di concerto con tutto il Governo: dal 15 maggio riaprono le piscine all’aperto, dall’1 giugno le attività legate alle palestre, dall’1 luglio le fiere. Saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle, e con pass tra colori diversi. Rimane il coprifuoco alle ore 22.

+++ IN AGGIORNAMENTO +++