Attualità Catanzaro Fede Notizie TICKERS

Coronavirus, il messaggio di mons. Schillaci: «Ritornerà il tempo degli abbracci»

Il vescovo di Lamezia Terme ha affidato ad una lettera un pensiero ai fedeli, a chi è in prima linea, e agli anziani

«Ritornerà il tempo degli abbracci, della gioia, della fiducia. La Quaresima è per noi cristiani l’attraversamento del deserto ma non dobbiamo dimenticare la meta che è la Luce Pasquale, è Gesù il Risorto, il Vivente ed è lo stesso ieri, oggi e sempre». Sono le parole di monsignor Giuseppe Schillaci, Vescovo della Diocesi di Lamezia Terme, in una lettera inviata ai fedeli in questo periodo critico a causa dell’emergenza Coronavirus. «Responsabilità – continua mons. Schillaci – significa capacità di rispondere ad un momento storico e noi stiamo vivendo una situazione difficile. Penso soprattutto alle persone che sono prese da questa sofferenza, da questa difficoltà ma anche a coloro i quali sono in trincea: ai medici, gli infermieri. Mi ha colpito qualche giorno fa un’infermiera che è stata fotografata da dietro esausta, crollata, nel lavoro. Ho guardato con ammirazione a queste persone che in questo momento ci rappresentano: sono la parte più bella del Paese. Pensiamo a queste persone che sono in prima linea, in trincea».

«Riscopriamo – continua il vescovo di Lamezia – il tempo come momento favorevole: abbiamo più tempo per riflettere, per leggere un buon libro, rientrare in noi stessi ed in noi stessi scoprire i valori più importanti, l’essenzialità, la nostra umanità che dobbiamo fare risplendere in tutta la sua bellezza. Forse in questo momento, che potremmo definire un Venerdì Santo prolungato, c’è la possibilità di ascoltare la Parola che per noi è sempre Luce e ci consente di capire anche un momento storico come quello che stiamo vivendo. Allora, viviamolo nella fede, senza perdere mai fiducia e speranza!»

«Il mio pensiero va anche agli anziani – conclude mons. Schillaci – ai quali voglio dire che tutto quello che stiamo facendo lo stiamo facendo per proteggerli e per proteggere chi in questo momento è più vulnerabile. A volte voler bene all’altro significa tutelarlo, rispettarlo, proteggerlo. Attenzione agli altri non significa lasciarsi prendere da questo senso di accaparramento di paura per se’, ma significa avere una maggiore attenzione per gli altri, per i più deboli. L’amore al tempo del coronavirus significa l’attenzione nei confronti di coloro che non hanno nessun titolo. Il mio augurio è che questa sia Quaresima del cuore in cui ciascuno dilati il proprio cuore. Che sia una Quaresima sempre più intima, profonda, vera in cui riscopriamo i grandi valori, soprattutto Gesù Cristo che ci affratella e ci fa sentire più vicini».

7 Condivisioni
Condividi su Whatsapp