Attualità Notizie Primo Piano Sanità TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Coronavirus, la Calabria potrebbe ritornare in zona gialla: si attende la riunione del Cts

Scritto da:

(la situazione delle zone in Italia al 28 gennaio 2021)

Ci sarebbe anche la Calabria – attualmente in fascia arancione – tra le regioni che potrebbero passare in zona gialla nelle prossime ore. Come ormai divenuta consuetudine, ogni venerdì vi è la riunione della cabina di regia del Comitato Tecnico Scientifico sull’andamento della pandemia in Italia, alla quale seguono le ordinanze del Ministero della Salute sul cambio di colore delle varie regioni che entrano in vigore la domenica successiva. Secondo quanto è trapelato, alla vigilia della cabina di regia, i dati della diffusione del contagio – riferiti alla settimana 18-24 gennaio – vedrebbero una diminuzione dei casi su scala nazionale del 18%. ciò potrebbe comportare una serie di cambiamenti di zone per le relative regioni, tra le quali la Calabria da arancione a gialla, con il relativo allentamento delle misure restrittive. Al momento – è bene ribadirlo – sono solo supposizioni visto che la riunione è prevista per domani, venerdì 29 gennaio.

Cosa si può fare in zona gialla

In zona gialla è previsto il coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, con la raccomandazione di non spostarsi se non per motivi di salute, lavoro, studio, situazioni di necessità. Per i centri commerciali è prevista la chiusura nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno mentre mostre e musei sono sempre chiusi. Sono chiuse anche le università, salvo alcune attività per le matricole e per i laboratori. Per quanto concerne il trasporto pubblico è prevista una riduzione dei passeggeri fino al 50%, ad eccezione dei mezzi di trasporto scolastico. Le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine sono sospese. Per bar e ristoranti è prevista l’interruzione della somministrazione in sede dalle 18 mentre resta consentito l’asporto fino alle ore 22 e per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi. Per approfondire tutti gli aspetti, vi rimandiamo alle Faq sul sito del Governo (CLICCA QUI).

Condividi su Whatsapp
25 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA