Notizie Politica TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Coronavirus, Lega: “La Regione non abbandoni i calabresi che sono al nord per studio o per lavoro”

“Un’ordinanza di chiusura dei confini Regionali, che non sia accompagnata dalla pianificazione di un meccanismo di supporto ai calabresi che potrebbero trovarsi in difficoltà economiche o logistiche, la riteniamo inadeguata o perlomeno incompleta”. Così la Lega Calabria, attraverso il suo segretario regionale Cristian Invernizzi. “Non ci trova d’accordo – si legge in una nota – la visione di abbandonare e non supportare le migliaia di studenti e lavoratori precari o con partita Iva che per via della situazione farebbero fatica a sopravvivere così a lungo in Regioni dove sono emigrati per esigenza o per studio e non per volontà“.
Pertanto “l’assessore Spirlì ha presentato alla presidente Santelli una proposta con azioni concrete per supportare, ascoltare e monitorare le centinaia di migliaia di calabresi sparsi tra Lombardia, Emilia-Romagna, Piemonte e Veneto. Dobbiamo assolutamente evitare il diffondersi del contagio ma non possiamo e non dobbiamo abbandonare i calabresi a loro stessi e abbiamo il dovere di fornire supporto a quelle Regioni che in questo momento sono impegnate a 360° nella lotta al contagio da Covid 19. Riteniamo quindi che l’ordinanza, per quanto in linea con le nuove disposizioni del Ministero dell’Interno e della Salute, non tenga conto delle criticità e dell’importanza di non far sentire nessuno abbandonato al proprio destino. Ci auguriamo che la Presidente accolga la nostra proposta e il nostro Piano che, oltre a non gravare sulle casse regionali, risponderebbe politicamente a una necessità umana e sociale che non può e non deve essere trascurata”.
76 Condivisioni