mercoledì, 04 ottobre 2023

Tragedia a Cosenza: bambino di 15 mesi con febbre altissima muore in ospedale

In gravi condizioni il fratellino di 5 mesi

Un bambino di 15 mesi è morto nella serata di ieri nel reparto di neonatologia dell’ospedale di Cosenza e il fratellino di 5 mesi, portato successivamente nel nosocomio con gli stessi sintomi ma in condizioni meno compromesse, è stato trasferito in gravi condizioni al Bambino Gesù di Roma. I due piccoli, figli di una coppia di Cassano allo Ionio, entrambi con febbre mai scesa sotto i 40 gradi, come riporta la stampa locale, erano arrivati nel pomeriggio di ieri provenienti dal nosocomio di Castrovillari. Il bimbo più grande, che poi è deceduto, accusava il forte stato febbrile da diversi giorni ed è arrivato in ospedale in condizioni già molto compromesse. L’impegno dei sanitari che hanno tentato in tutti i modi di capire l’origine della grave sintomatologia non è purtroppo bastato ad evitare l’epilogo più tragico per il più grande dei due. Per l’altro bambino di soli cinque mesi è stato disposto il trasferimento nell’ospedale pediatrico della Capitale dove è giunto nella notte con un volo militare. Le sue condizioni sarebbero stabili. I medici dell’ospedale di Cosenza hanno avviato tutte le procedure per risalire all’origine del decesso del bambino più grande. I primi accertamenti avrebbero escluso ipotesi di infezioni batteriche da meningococco. Si pensa a possibili fattori ambientali. La famiglia vive in una zona di campagna, dunque potrebbe essere stata provocata da un batterio, forse presente nell’acqua di un pozzo del terreno di proprietà della famiglia, la morte del piccolo. É quanto sarebbe emerso dagli accertamenti effettuati dai sanitari. Gli organi del bambino sarebbero risultati subito molto compromessi dopo quattro giorni di dissenteria e vomito. Il piccolo era arrivato con un quadro metabolico ed elettrolitico scompensato e le sue condizioni apparse gravi e irreversibili sono presto peggiorate fino a determinarne il decesso avvenuto nel pomeriggio di ieri. Solo un’ora prima era stato portato nello stesso ospedale anche il fratellino, di soli 5 mesi, nelle stesse condizioni critiche gravissime e con un quadro di forte gastroenterite.