Attualità Italia Notizie Primo Piano Sanità TICKERS Ultima Ora Coronavirus

COVID | Fine dello stato d’emergenza dall’1 aprile, da maggio via il Green pass: il Governo approva la nuova linea

Il Consiglio dei Ministri ha adottato un nuovo provvedimento «per tornare alla normalità» Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

Il Consiglio dei Ministri, riunito oggi pomeriggio, ha approvato un provvedimento che, in pratica, segna una road-map nelle prossime settimane per l’allentamento delle restrizioni fino ad oggi presenti; a presentare il documento, il premier Mario Draghi ed il ministro della Salute, Roberto Speranza.

«L’obiettivo del Governo – ha detto Draghi – era quello di tornare alla normalità: i provvedimenti adottati oggi eliminano alcune delle restrizioni, o quasi tutte, che hanno limitato i mesi passati. A fine marzo termina lo stato d’emergenza (il 31 marzo n.d.r.), scioglieremo il Comitato Tecnico Scientifico, ma il lavoro non è finito poichè continua con l’Istituto Superiore di Sanità e con il Consiglio Superiore di Sanità. I provvedimenti di oggi prevedono un graduale superamento del Green pass. Un grande successo (quello della certificazione verde n.d.r.) che ci ha permesso di riprendere l’economia: è cresciuta del 6,50% l’anno scorso. Vaccinazione, dato Iss: grazie ai vaccini sono stati evitati 80mila decessi in più solo nel 2021. La pandemia è superata grazie ai vaccini». «Con il Consiglio dei Ministri di oggi – ha proseguito il premier – facciamo passi verso la riapertura: naturalmente osserviamo l’andamento della curva epidemica, e siamo pronti ad adattare il nostro apparato all’evoluzione della curva, anche in senso espansivo».

Le misure sono state illustrate dal ministro Speranza: al posto della struttura del commissario per l’emergenza – Francesco Paolo Figliuolo – sarà creata fino al 31 dicembre prossimo l’Unità di completamento vaccinazione e superamento pandemia che seguirà la campagna vaccinazione; poi il tutto tornerà in capo al Ministero della Salute.

Le misure adottate

Si supera definitivamente il sistema a colori (zona bianca, gialla, arancione e rossa), e dunque, non ci saranno più le ordinanze del venerdì che determinavano il cambiamento del colore delle regioni. Si superano le quarantene per contatto – già superate per le persone vaccinate: in pratica resterà in isolamento solo chi è positivo al virus. Questa modifica avrà «impatto sulle scuole»: dall’1 aprile andrà a casa solo chi sarà positivo, gli altri studenti continueranno a stare in classe.

Obbligo vaccinale: – già introdotto per gli over 50, e per alcune categorie (come il personale sanitario, delle rsa, lavoratori della scuola, e forze dell’ordine) – l’obbligo resterà vigente, ma non avverranno più le sospensioni dal lavoro per mancata vaccinazione non avverrà più. Infatti, gli over 50 non dovranno avere Super green pass, ma fino al 30 aprile solo Green pass base. La sospensione dal lavoro rimane solo per una fascia, ovvero per il personale sanitario, lavoratori in ospedali e rsa: per queste categorie c’è il prolungamento dell’obbligo al 31 dicembre.

Mascherine: non c’è già più obbligo d’uso all’aperto, ma solo in caso di assembramento: fino al 30 aprile obbligatorie al chiuso e in luoghi a rischio.

Green pass: si va verso un superamento in due step. Il primo step: dall’ 1 aprile nei luoghi all’aperto, dall’1 maggio nei luoghi al chiuso. Resta il Gren pass base fino al 30 aprile per il trasporto a lunga percorrenza, catering, concorsi, colloqui in presenza con detenuti, pubblico agli eventi sportivi. Super green pass fino al 30 aprile per la ristorazione al chiuso – all’aperto si supera l’1 aprile – sport, feste civili e religiose, discoteche, spettacoli e sport al chiuso. L’1 maggio si supererà definitivamente il Green pass.

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com