Attualità Catanzaro Cronaca Crotone Economia e Lavoro Notizie Primo Piano TICKERS

Crotone, a rischio 1200 posti di lavoro della Abramo CC: presentata istanza di concordato

A quanto affermano i sindacati, non sono stati pagati gli stipendi di settembre Scritto da:

(i tornelli all'ingresso della Datel di Crotone)

Non c’è pace per i lavoratori della Abramo Customer Care: l’azienda, infatti, ha presentato istanza di concordato preventivo al Tribunale di Roma poichè, essendo in crisi, fa evitare alla stessa la procedura di fallimento, concordando un piano di pagamento dei debiti. Sono oltre tremila i posti di lavoro a rischio nei call center di Crotone, Catanzaro e Montalto Uffugo – oltre quelli nel Lazio ed in Sicilia – solo nel capoluogo pitagorico sono 1200, un numero pesante.

“Lo scenario in cui l’azienda versa a distanza di un mese circa dalla presentazione del Piano Industriale avvenuto il 29 settembre sembra essere tutto stravolto – scrivono in una nota congiunta le sigle sindacali Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil – Abramo Customer Care riconduce tutte le responsabilità di questa rocambolesco cambiamento ad un dietro-front da parte delle banche e della finanza che hanno, a suo dire, abbandonato il progetto nelle ultime settimane. Questa notizia che porta con se fortissime preoccupazioni si aggiunge all’impossibilità palesata la settimana scorsa da parte di Abramo CC di pagare le spettanze relative alle competenze di settembre entro i tempi dovuti, effettuando il pagamento del 70% dello stipendio. L’avvio della istanza di concordato rappresenta il culmine di un insieme di incertezze sul futuro, che a partire da Gennaio scorso, hanno visto generare forti preoccupazioni tra i lavoratori».

Condividi su Whatsapp
19 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA