Crotone Notizie Politica

Crotone, approvati i nuovi regolamenti del Consiglio Comunale e della commissione Pari Opportunità

Il Consiglio Comunale di Crotone, riunitosi ieri pomeriggio, ha approvato all’unanimità – tra i vari punti all’ordine del giorno – il nuovo regolamento sul funzionamento della massima assise cittadina, e quello sul funzionamento della Commissione Pari Opportunità. Un lavoro durato un anno che, come sottolineato dal consigliere e presidente della Commissione Alberto Laratta, ha visto il lavoro sinergico e condiviso da parte di tutti i membri di maggioranza e opposizione. Il regolamento ha visto la modifica, l’integrazione e l’abrogazione di alcuni punti, considerato la necessità di ammodernamento di un testo varato nei primi anni ’90, e ha preso spunto da quello vigente e da quelli messi in campo da Comuni virtuosi come Pavia e Sondrio. Sono state apportate modifiche sui riferimenti normativi e legislativi già superati, rivista la parte che riguarda le azioni poste in essere dai consiglieri comunali, la conferenza dei capi gruppo, l’accesso agli atti, e varie piccole accortezze per snellire la vita del Consiglio. Un lavoro che ha avuto sin dall’inizio il confronto tra i consiglieri, partendo dalla comprensione delle problematiche riscontrate, capire cosa non andava nel funzionamento delle Commissioni, nel Consiglio, negli atti preparatori all’Assise, i poteri d’iniziativa dei singoli consiglieri.

«Abbiamo costruito questo regolamento – ha dichiarato Laratta – non nell’ottica di questa sola amministrazione, ma anche per quelle che verranno. E’ stato ampiamente condiviso con tutti i consiglieri, anche e soprattutto d’opposizione – Sorgiovanni (M5S), Curatola (Forza Italia), e Ambrosio (PD) – anche dai colleghi che  non fanno parte della Commissione; vi è stato un grosso aiuto da parte del segretario generale Paolo Lo Moro dal punto di vista tecnico, disponibile e aperto al confronto».

Per quanto riguarda il regolamento sul funzionamento della Commissione Pari Opportunità – costola del regolamento del Consiglio Comunale – è composto da 11 articoli che si prefiggono gli obiettivi di parità e uguaglianza tra tutti i cittadini, l’abbattimento di ostacoli che costituiscono discriminazione diretta e indiretta nei confronti delle donne, fornire l’inclusione sociale di persone a rischio di trattamento non paritario e discriminatorio, promuovere forme di solidarietà e di cooperazione verso le donne di Paesi in via di sviluppo, educare le nuove generazione al riconoscimento e alla valorizzazione delle differenze di genere eliminando gli stereotipi sessisti, e promuovere iniziative utili a contrastare la violazione dei diritti umani.

57 Condivisioni
Condividi su Whatsapp