Cronaca Crotone Economia Notizie TICKERS

Crotone, chiude il Bricofer: 12 lavoratori a casa nonostante il decreto “Cura Italia”

In una situazione allarmante qual è quella che si sta vivendo per l’emergenza Coronavirus, la città di Crotone riceve un’altra mazzata dal punto di vista economico: i 12 lavoratori del Bricofer di località Passovecchio sono “in ferie e il punto vendita lo si continua a svuotare”. Lo rende noto la Fisascat Cisl in una nota, puntualizzando i vari sviluppi della vicenda degli ultimi mesi: durante alcune assemblee sindacali, i lavoratori hanno manifestato preoccupazione “per la gestione dell’attività, con sempre meno approvvigionamento della merce e dislocamento della stessa presso i punti vendita di Catanzaro e Cosenza“.

Il 26 febbraio si è tenuto un incontro tra la sigla sindacale e l’azienda nel quale quest’ultima ha prospettato “in maniera molto cinica la chiusura del punto vendita in questione, a motivo di cali di fatturato ormai strutturali causa crisi imperante e ulteriore aggravio dovuto alle aperture di attività circostanti da parte dei cinesi“. La Fisascat Cisl ha proposto alla proprietà delle alternative al licenziamento dei dipendenti, tra cui il ricorso ad ammortizzatori sociali e il dislocamento del personale negli altri punti vendita. Queste richieste – secondo il sindacato – non sono state prese in considerazione dall’azienda che, invece, il 13 marzo ha inviato alla sigla “l’apertura di procedura di licenziamento collettivo per cessazione attività artt. 4 e 24 legge 223/91”.

La Fisascat Cisl ha impugnato “tale procedura a conferma di quanto disciplinato dal decreto salva economia il quale preclude l’avvio alle procedure di licenziamento collettivo per 60 giorni e sospende quelle avviate dopo il 23 Febbraio e quindi non si potrà recedere dal contratto di lavoro per giustificato motivo ai sensi art 3 della legge del 15 luglio 1966 n°604”. Al momento i lavoratori sono in ferie e il punto vendita si sta svuotando. “Diverse sono state le nostre missive – afferma il sindacato – invitando la stessa azienda in virtù del Decreto ad avviare procedura di richiesta di 9 settimane per la Cig (Cassa integrazione in deroga n.d.r.) missive che ad oggi non m hanno sortito risposta alcuna”.

Dunque, un’altra tegola pesante per la già delicata situazione economica crotonese che, solo pochi giorni fa, ha visto il licenziamento di 52 dipendenti del supermercato Carrefour, situato proprio difronte al Bricofer.

23 Condivisioni