martedì, 16 aprile 2024

Crotone, dalla Caritas diocesana un ambulatorio per gli “invisibili”

Medici volontari si alternano per fornire assistenza a chi non può avere il medico di base


Andare incontro agli ultimi, agli invisibili, a chi per varie ragioni non può accedere ai servizi di base. In questo caso quelli sanitari. È nato con questo intento l’ambulatorio della Caritas Diocesana di Crotone. Un luogo in cui una ventina di medici volontari si avvicendano per assistere chi non ha la possibilità di avere un medico di base. A coordinarli c’è il dottor Nicola Di Maio, già primario del laboratorio di analisi dell’ospedale civile San Giovanni di Dio di Crotone

Indispensabile la collaborazione di alcune associazioni del territorio, dai Medici cattolici al Lions, in una rete che si sta allargando progressivamente, per permettere all’ambulatorio – per esempio – di avere alcuni strumenti diagnostici di base. E proprio con il Lions per sabato 23 marzo è stato organizzato uno screening gratuito per la prevenzione del diabete

L’ambulatorio in realtà fa parte di una serie di servizi avviati dalla Caritas diretta da don Stefano Cava per rispondere a necessità urgenti manifestate dal territorio. Un territorio in cui le difficoltà dei migranti e dei senza fissa dimora s’incrociano con sacche di povertà materiale e culturale sempre più vaste.