Cronaca Crotone Fede Notizie Primo Piano TICKERS Turismo Video

Crotone, la sfilata del Quadricello tra cumuli di spazzatura: penoso biglietto da visita (VIDEO)

Uno scempio! Una cosa inaudita! Una condizione di degrado da far rabbrividire un’Italia che rimane, nonostante tanti problemi aperti, una potenza industriale, e senz’altro un faro di civiltà e cultura. La Calabria sommersa dai rifiuti si trascina da anni, con colpevoli silenzi, un’emergenza inaccettabile e vergognosa. Le scene viste ieri a Crotone, durante il giro tra i quartieri fatto dal Quadricello della Madonna Nera venerata da centinaia di migliaia di fedeli in tutto il mondo, rappresentano il biglietto da visita più penoso per una terra che dovrebbe vivere di turismo. Cataste di rifiuti non differenziati e non raccolti da giorni. Spazzatura ovunque, in una stagione in cui il caldo incombente potrebbe anche generare problemi di natura sanitaria.

Cambiano le stagioni politiche, cambiano le amministrazioni, ma tutto resta uguale sul fronte del sistema rifiuti. Del resto, pare di capire, la mente dei consiglieri regionali eletti a Palazzo Campanella sembra essere rivolta altrove. Crotone e la Calabria intera non possono consentirsi, in un’epoca in cui anche la fidelizzazione di un solo turista diventa obiettivo da non sottovalutare, uno scempio ambientale di questa portata. Sacchi di immondizia accumulati attorno ai cassonetti, piccole discariche disseminate ovunque, rifiuti sparsi lungo i marciapiedi, le cunette, le strade. Vergogna! Un territorio bellissimo non si può offendere così. Il sacro cammino di Capocolonna, che si compie da millenni, prima in direzione del tempio dedicato ad Hera, oggi per venerare l’amata effige della Madonna, meriterebbe ben altra considerazione e valorizzazione. Forme generalizzate di inciviltà si sommano a evidenti incapacità delle istituzioni competenti che, nel tempo, si sono dimostrate inadeguate nel risolvere un’emergenza tanto assurda quanto dannosa.

Non se ne può più. Chi no sa svolgere il proprio compito, sia esso politico o burocratico, venga messo da parte! Chiamiamo qualcuno dal Nord Italia o dall’estero affinché ci indichi una strada risolutiva da percorrere. Commissariamo il settore, con pieni poteri, e affidiamolo a un manager austriaco o svedese del settore. Urliamo tutti un disgustato “basta”!

40 Condivisioni
Condividi su Whatsapp