Cronaca Crotone Notizie Politica TICKERS

Cutro, il sindaco Divuono rassegna le dimissioni: «Non vi erano più le condizioni per amministrare»

Al Comune si era insediata la commissione di accesso, a seguito dell'operazione "Thomas"

Il sindaco di Cutro, Salvatore Divuono, ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di primo cittadino. Le motivazioni le ha illustrate in un lungo post sulla pagina Facebook, facendo anche un excursus del lavoro svolto al Comune. «Giungo a questa decisione con sofferenza, sono stati giorni difficili, come d’altronde lo sono stati questi 4 anni – scrive – ho ricevuto attacchi e offese da una classe politica che ha fallito in tutto. Ho sempre agito con la massima trasparenza, onestà e legalità. Purtroppo, non vi erano più le condizioni per continuare a portare avanti il programma amministrativo». Divuono era stato eletto nel 2016, ma in tutto questo tempo la maggioranza che lo sosteneva si era andata sgretolando.

Al Comune di Cutro, a seguito dell’inchiesta “Thomas” condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata DDA di Catanzaro,  si era insediata la commissione di accesso ed accertamento – composta dal prefetto di Crotone Tiziana Costantino, dal funzionario della prefettura di Reggio Calabria Gianfranco Ielo, e dal tenente Giovanni Ansaldi della Guardia di Finanza di Crotone – inviata dal Ministero dell’Interno per verificare l’esistenza o meno di infiltrazione e/o condizionamento da parte della criminalità organizzata.

5 Condivisioni
Condividi su Whatsapp