Attualità Cronaca Crotone Notizie Primo Piano Video

Dagli scavi clandestini al piazzamento sul mercato internazionale: il sacco del patrimonio archeologico calabrese

Dagli scavi clandestini, commissionati a giovani del posto, fino al piazzamento dei reperti sul mercato internazionale, passando attraverso acquirenti diretti o intermediari in quasi tutte le regioni d’Italia. È una vera e propria organizzazione – con la testa nel Crotonese e propaggini internazionali che portano in Germania, Francia, Serbia e Regno Unito – quella scoperta e smantellata dai Carabinieri del comando tutela patrimonio culturale. Partita nel 2017 da alcune denunce di scavi abusivi presentate ai Carabinieri dai funzionari della soprintendenza archeologica, ha portato oggi a 23 arresti e al sequestro di un ingentissimo patrimonio in reperti archeologici. Oltre 10 mila pezzi – vasellame, utensili, spille e monili – risalenti al III, IV e V secolo avanti Cristo, saccheggiati in scavi abusivi condotti presso il tempio di Apollo Aleo a Cirò Marina, nell’area di Cerasello di Casabona, nel Crotonese, ma anche a Castiglione di Paludi nel Cosentino. Un patrimonio da svariati milioni di euro, sequestrato in mezza Europa grazie alla collaborazione con gli investigatori e i magistrati di Europol ed Eurojust. In carcere sono finiti Giorgio Salvatore Pucci, di 58 anni, di Cirò Marina; e Alessandro Giovinazzi, 30 anni, di Scandale, ritenuti i capi dell’organizzazione.

Ai domiciliari sono finiti Antonio Camardo, 56 anni di Pisticci (Mt), Raffaele Gualtieri, 56 anni di Isola Capo Rizzuto, Santo Perri, 58 anni di Sersale (Cz), Alfiero Angelucci, 70 anni di Trevi (Pg), Enrico Cocchi, 75 anni domiciliato a Cirò Marina, Francesco Comito, 40 anni di Rocca di Neto, Giuseppe Caputo,  42 anni di Dugenta (Bn), Sebastiano Castagnino, 47 anni di Petilia Policastro, Simone Esposito, 35 anni di Rocca di Neto, Giuseppe Gallo, 68 anni di Strongoli, Domenico Guareri, 65 anni di Isola Capo Rizzuto, Kuckiewicz Vittorio, 71 anni di Fermo (Fm), Franco Lanzi, 67 anni di Norcia (Pg), Leonardo Lecce, 70 anni di Manduria (Ta) residente a Crotone, Raffaele Malena 72 anni di Cirò Marina, Marco Otranto Godano, 36 anni di Crotone, Renato Peroni, 48 anni di Magnago (Mi), Vincenzo Petrocca, 55 anni di Isola Capo Rizzuto, Aldo Picozzi, 67 anni di Castano Primo (mi), Domenico Riolo, 37 anni di Scandale, Dino Sprovieri, 53 anni di Cirò Marina.

6 Condivisioni