Crotone Cultura e Libri Notizie

Daniele Parisi sul palco del teatro Apollo porta le “Generazioni a confronto”

5 Condivisioni

Voci diverse quelle che si sono levate dal palcoscenico del teatro Apollo di Crotone nel corso dello spettacolo portato in scena da Daniele Parisi nell’ambito della stagione concertistica “L’Hera della Magna Grecia” a cura della Società Beethoven Acam. Lo spettacolo, intitolato “Generazioni a confronto”, attraverso racconti di autori di epoche diverse mette in risalto i cambiamenti che il mondo, la società d’oggi ha subito.

“Generazioni a confronto” è uno spettacolo in cui la musica riveste un ruolo importante, un raro esempio in cui la grande letteratura e la musica si uniscono regalando emozioni uniche e indescrivibili. Alla recitazione si susseguono brani di grande levatura artistica che uniti alla splendida interpretazione regalata al pubblico da Daniele Parisi, offrono al pubblico spunti di riflessione.

Un excursus, che parte dalla tragedia greca, con alcuni estratti di Sofocle passando per Kafka, fino alla scrittura contemporanea di Marco Franzoso. L’artista nel corso dello spettacolo evidenzia come l’immagine dell’uomo, nel corso del tempo è cambiata e di quanto sia importante sapersi porre all’ascolto dell’altro.

«È infatti ponendosi all’ascolto dell’altro – sostiene Daniele Parisi – che l’uomo può migliorarsi ogni giorno”. Il giovane attore romano, che è anche autore dello spettacolo, nella stesura si è lasciato suggestionare dal suo stesso gusto e dalla varietà degli autori che hanno attraversato la sua carriera nel corso del tempo, stimolando la sua creatività. Parisi, proprio perché autore, scrive su se stesso avvicinandosi molto alla scuola di grandi nomi del teatro come Petrolini a cui ha guardato con stupore e ammirazione.

La stagione concertistica “L’Hera della Magna Grecia” a cura della Società Beethoven Acam, torna subito in scena domenica 2 dicembre alle ore ore 19:30 nella Chiesa dell’Immacolata con lo straordinario concerto “Il virtuosismo violinistico nelle opere del ‘700”, della violinista Jungyoon Yang, 1° Premio Concorso Internazionale “Lipizer”, che sarà accompagnata dall’Orchestra d’archi “Orfeo Stillo” diretta dal Maestro Fernando Romano.