Ambiente Catanzaro Notizie

Denuncia del Codacons per la discarica abusiva di Santa Caterina dello Jonio: “C’è anche il rischio incendi”

“Uno spettacolo vergognoso proprio a ridosso dell’impianto di depurazione”. Così il Codacons, che ha già provveduto a depositare una denuncia alla Procura della Repubblica di Catanzaro, definisce la discarica a cielo aperto in contrada Miloti del comune di Santa Caterina dello Ionio. Materassi abbandonati, televisori, lavatrici, frigoriferi ma anche fusti in metallo, pneumatici, oggetti d’arredo ed una vera e propria montagna di sacchetti di plastica colmi di ogni porcheria. “Questo è lo spettacolo che i turisti e la cittadinanza intera possono ammirare – afferma Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale dell’associazione, che ha sottoscritto la denuncia – grazie alla mancanza di rispetto delle più elementari norme civili di alcuni e del disinteresse di molti”. “E’ inaccettabile che tanto degrado non abbia imposto immediati interventi di bonifica. Ed è ancor più inaccettabile che si riduca una zona del paese in una gigantesca pattumiera”. “Il tutto in piena estate – continua la nota del Codacons – esponendo la popolazione al rischio che si propaghino incendi dalle conseguenze terribili per la salute pubblica”. La combustione dei rifiuti, soprattutto della plastica, produce inquinanti altamente tossici come diossine ed idrocarburi policiclici aromatici. “In questa situazione ai margini della civiltà – prosegue Di Lieto – non rimane che aggrapparci alle decisioni che andrà ad assumere la Procura, cui abbiamo chiesto di individuare tutti i responsabili di questa incredibile vicenda che umilia Santa Caterina dello Ionio e la sua gente. La Procura imporrà anche la rimozione dei rifiuti ed il ripristino dello stato dei luoghi”. La medesima località – ricorda il Codacons – è già stata oggetto di un provvedimento di sequestro.

7 Condivisioni