domenica, 16 giugno 2024

Detenzione e spaccio di droga: 6 arresti tra il Crotonese ed il Veronese

immagine articolo Detenzione e spaccio di droga: 6 arresti tra il Crotonese ed il Veronese

Dalle primissime ore della mattinata, a Isola di Capo Rizzuto (KR), Crotone, Verona e Caprino Veronese (VR), i Carabinieri del Comando Provinciale pitagorico – supportati da quelli del Comando Provinciale di Verona – hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare nei confronti di sei soggetti originari del centro isolitano di cui tre già detenuti presso le Case Circondariali di Crotone e di Verona, uno attualmente dimorante a Caprino Veronese per ragioni lavorative, indagati per  detenzione ai fini di spaccio e spaccio di sostanze stupefacenti. Il provvedimento ha integralmente recepito gli esiti investigativi di un’attività di polizia, a cui è stato attribuito il simbolico nome di “LIBERTÀ BIS”, avviata nel gennaio del 2022, dopo l’arresto in flagranza per “spaccio di sostanze stupefacenti” di uno degli indagati, sorpreso a cedere a un acquirente sei grammi di “marijuana”, coordinata integralmente in modo meticoloso dalla Procura della Repubblica di Crotone ed eseguita mediante numerosi servizi di osservazione, pedinamento e controllo, nonché tramite l’esame delle attività intercettive telefoniche e ambientali.
Determinanti, infatti, per il positivo esito della stessa, sono stati i riscontri forniti dall’esame congiunto delle risultanze tecniche, documentali e telematiche nei confronti degli indagati, che hanno permesso di documentare circa 150 episodi di detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti dei tipi “cocaina”, “eroina” “marijuana” e “hashish”, nonché di sequestrare diverse dosi delle suddette, talvolta approvvigionate nel Centro Storico di Crotone per il successivo smercio a Isola di Capo Rizzuto. Utilizzavano emoticon con foglie di marijuana o sticker con immagini di vassoi con strisce di cocaina nei messaggi Whatsapp con i quali informavano i clienti del prodotto stupefacente in vendita in quel momento.

Al termine delle attività di rito, 3 dei 6 arrestati sono stati associati alla Casa Circondariale di Crotone (uno di questi vi era già ristretto per altri motivi) e gli altri 3 presso l’Istituto Penitenziario di Verona, poiché 2 di loro si trovavano già ivi detenuti per altre cause, mentre l’ultimo dei destinatari dell’odierna misura è stato rintracciato a Caprino Veronese, dove si era spostato da qualche mese per ragioni lavorative, venendo tutti messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria emittente del provvedimento, in attesa degli interrogatori di garanzia.
Nel corso delle perquisizioni, eseguite nei confronti degli indagati, sono stati rinvenuti, nell’abitazione di uno di essi, 30.000,00 euro in banconote di vario taglio, sottoposte a sequestro penale, in quanto ritenute il frutto dell’attività di spaccio, posta in essere e documentata dalle investigazioni dei Carabinieri della Compagnia di Crotone.