Attualità Italia Notizie Primo Piano TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Dl Green pass in vigore dall’1 settembre: obbligatorio a scuola, università e trasporti (VIDEO)

Il documento è stato approvato durante il CdM di oggi pomeriggio e presentato ai giornalisti dai ministri Bianchi, Speranza e Giovannini Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

Conferenza stampa dei ministri dell’Istruzione Patrizio Bianchi, della Salute Roberto Speranza e delle Infrastrutture e mobilità sostenibili Enrico Giovannini sul nuovo decreto Green pass approvato all’unanimità dal Governo durante il Consiglio dei Ministri tenutosi oggi pomeriggio. L’entrata in vigore sarà dal 1 settembre fino al 31 dicembre – giorno in cui scade lo stato d’emergenza Covid. Questo documento – ha spiegato in apertura Speranza – si applicherà in tre ambiti: a scuola, che riaprirà in sicurezza ed in presenza, dove il Green pass sarà obbligatorio per il personale scolastico; università, in cui sarà obbligatorio non solo per il personale scolastico, ma anche per gli studenti; infrastrutture e trasporti come treni, navi, autobus, aerei, mezzi a lunga percorrenza. «L’Italia – ha affermato Speranza in merito ai vaccini – ha acquistato terze dosi per tutti italiani, siamo pronti e in attesa di indicazioni. Probabilmente si darà precedenza ai più fragili».

A scuola, dunque, si ritorna in presenza – ha dichiarato il ministro Bianchi –  con le regole del Comitato Tecnico Scientifico proposte l’11 luglio. Ci sarà l’obbligo di uso delle mascherine per tutti, tranne per i bambini meno di 6 anni, soggetti con patologie, e per lo svolgimento delle attività fisiche. Bisognerà rispettare la distanza di un metro, salvo nelle aree in cui vi sarà il distanziamemento; divieto di accesso a scuola o università a chi accusa i sintomi del Covid o ha la temperatura oltre i 37,5°. Il Governo – ha detto sempre il ministro dell’Istruzione – sta investendo 1.952 milioni per la riapertura delle scuole: 410 milioni di spese per il funzionamento e per materiale per la sanificazione, 400 milioni per il potenziamento del personale, 500 milioni per garantire il coordinamento tra scuola e trasporti. Cosa succede se una persona è positiva al Covid? La quarantena per chi è vaccinato sarà di 7 giorni, per chi non lo è rimane di 10 giorni. Deroghe limitate: i presidenti delle Regioni, delle Province Autonome e i sindaci possono intervenire sul focolaio, cioè su un ambito determinato; non possono intervenire su tutt il territorio regionale. Sarà introdotto anche un piano di screening della popolazione scolastica. Bianchi ha anche rivolto un appello alle famiglie: «vaccinate i ragazzi».

Il Green pass sarà obbligatorio sui mezzi di trasporto a lunga percorrenza: sarà obbligatorio per salire sugli aerei, navi e traghetti interregionali – ad eccezione per i traghetti tra Messina e Reggio Calabria perchè sono considerati trasporto pubblico locale – treni intercity, notte e alta velocità, autobus per spostamento tra più di due regioni, autobus con noleggio con conducente ad esclusione per scuole. Sul rischio assembramento su traghetti e negli aeroporti: saranno emesse delle circolari per ricordare ai soggetti che gestiscono spazi e trasporti il controllo per evitare assembramenti. Il trasporto pubblico locale non rientra in questo decreto, ma il Governo intende investire 618 milioni per i servizi aggiuntivi, e 800 milioni per compensare i ricavi e sanificazione. Per il trasporto pubblico locale il tasso attuale di occupazione dei posti in zona bianca attualmente è dell’80%, e così resterà anche in zona gialla.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Condividi su Whatsapp
12 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA