Attualità Italia Notizie TICKERS Ultima Ora Coronavirus Video Vista

Dosi di vaccino AstraZeneca dal Sud al Nord, Zaia e Figliuolo smentiscono: «Notizia falsa» (VIDEO)

Scritto da: REDAZIONE

Secondo quanto riportato in un articolo dal Corriere del Veneto, ci sarebbero svariate migliaia di dosi di vaccino AstraZeneca inutilizzate al Sud – e in particolare da Sicilia, Campania e Calabria, poichè gli over 60 le avrebbero rifiutate; in tutto ciò, riporta sempre l’autorevole testata, il commissario all’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo – su pressione dei governatori di Veneto, Piemonte e Friuli – avrebbe dato il consenso alla re-distribuzioni dei sieri. La notizia, ovviamente, ha fatto il giro dei social e ha creato indignazione. E’ arrivata subito la smentita del presidente del Veneto Luca Zaia che, nel corso della diretta Facebook sull’aggiornamento dei dati Covid, ha sottolineato come la sua regione «non ha avuto nessuna promessa di vaccini da altre regioni. E’ una notizia falsa».

Un’altra smentita è arrivata direttamente dal generale Figliuolo in una nota: «Con riferimento alle notizie pubblicate oggi da alcuni organi di stampa in merito all’assegnazione di dosi di vaccino alla Regione Veneto provenienti da altre Regioni, si smentisce la fondatezza della notizia, precisando che eventuali trasferimenti di dosi tra Regioni sono di esclusiva competenza della Struttura Commissariale». «Il Commissario straordinario – prosegue la nota – nel corso della Conferenza delle Regioni tenutasi ieri, aveva già ribadito che in merito al vaccino Vaxzevria, meno utilizzato in alcune Regioni, gli eventuali bilanciamenti sono effettuati, sentite le Regioni interessate, sempre ed esclusivamente a cura della Struttura Commissariale, per ragioni programmatiche e di coerenza con il piano vaccinale, oltre che per motivi legati alla logistica di trasporto e alla catena del freddo». «Tali bilanciamenti – conclude la nota – che peraltro non riguardano solo movimenti da sud verso nord ma, come già avvenuto, anche tra Regioni del sud, sono comunque da considerarsi quali anticipazioni di dosi di vaccino nell’ottica di un costante riequilibrio della ripartizione prevista tra Regioni/Province autonome, seguendo il criterio “una testa – un vaccino”».

(fonte video: Agenzia Vista)

Condividi su Whatsapp
6 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA