martedì, 20 febbraio 2024

Draghi in Senato: «Se vogliamo restare insieme bisogna ricostruire da capo il patto di fiducia» (VIDEO)

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha reso delle comunicazioni al Senato della Repubblica in merito alle dimissioni presentate – e respinte – al capo dello Stato, Sergio Mattarella, che lo ha rinviato al Parlamento.

«L’unica strada, se vogliamo ancora restare insieme, è ricostruire da capo questo patto, con coraggio, altruismo, credibilità. A chiederlo sono soprattutto gli italiani». Sono alcuni dei passaggi del discorso di Draghi, che ha aggiunto: «L’Italia ha bisogno di un governo capace di muoversi con efficacia e tempestività su almeno quattro fronti. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza è un’occasione unica per migliorare la nostra crescita di lungo periodo»; sempre sul PNRR ha detto: «Dobbiamo tenere le mafie lontane dal PNRR. È il modo migliore per onorare la memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e degli uomini e donne delle loro scorte, a trent’anni dalla loro barbara uccisione».

«All’Italia non serve una fiducia di facciata – ha concluso il premier – che svanisca davanti ai provvedimenti scomodi. Serve un nuovo patto di fiducia, sincero e concreto, come quello che ci ha permesso finora di cambiare in meglio il Paese. I partiti e voi parlamentari – siete pronti a ricostruire questo patto? Siete pronti a confermare quello sforzo che avete compiuto nei primi mesi, e che si è poi affievolito? Sono qui, in quest’aula, oggi, a questo punto della discussione, solo perché gli italiani lo hanno chiesto. Questa risposta a queste domande non la dovete dare a me, ma la dovete dare a tutti gli italiani».