Cosenza Cronaca Notizie Primo Piano TICKERS

Droga ed estorsioni, 6 misure cautelari tra Rende e Cosenza nell’operazione “Fly” (VIDEO)

Scritto da:

Detenzione/cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso ed estorsione in concorso. Sono le accusa mosse alle 6 persone coinvolte nell’operazione “Fly”, condotta da Carabinieri tra Cosenza e Rende. Sei le misure cautelari emesse: tre di custodia in carcere, due agli arresti domiciliari ed una dell’obbligo di dimora.

I provvedimenti arrivano al termine di una indagine che si è sviluppata nel periodo compreso tra il luglio 2019 e il novembre 2019, su una fiorente attività di spaccio svolta nel capoluogo bruzio ed in altri comuni dell’hinterland cosentino.

Tutto è partito dalla denuncia presentata dalla sorella di uno degli indagati, “nella quale la donna rappresentava alcuni elementi in ordine a dei debiti contratti dal fratello per l’approvvigionamento di sostanza stupefacente. A seguito delle prime attività di indagine veniva acclarato come la vittima fosse coinvolto in una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana insieme agli altri soggetti destinatari dell’odierna misura cautelare”. Procedendo con le indagini i Carabinieri sono riusciti a “delineare la rete di spacciatori che, con frequenza oraria, dimostrandosi sempre pronti a soddisfare ogni richiesta, hanno evidenziato di essere in grado di rifornire con droghe leggere e pesanti alcune piazze di spaccio cittadine e della provincia cosentina. Le innumerevoli conversazioni captate hanno consentito di accertare centinaia di incontri fugaci con repentini scambi di dosi e denaro. Dinanzi all’evidenza della gran mole di elementi di prova raccolti, molti tossicodipendenti sentiti dai Carabinieri, hanno ammesso di aver acquistato a più riprese sostanza stupefacente dagli indagati, rendendo informazioni assolutamente collimanti con quanto emerso dalle attività tecniche in ordine alle modalità di spaccio, ai luoghi delle cessioni, ai prezzi praticati, procedendo anche al riconoscimento fotografico degli spacciatori”.

“Gli stessi indagati – spiegano gli inquirenti – anche attraverso un linguaggio criptico, erano soliti contrattare telefonicamente il prezzo ed il quantitativo delle dosi da cedere, ed in molti casi pubblicizzavano gli effetti che la stessa sostanza avrebbe garantito sull’acquirente. Uno degli indagati riferendosi alla qualità della sostanza stupefacente era solito affermare frasi del tipo “stasera ti faccio volare compà!”, “stai volando!”, “come me sei volato”, “e poi domani e dopo domani ti faccio volare e stasera pure”. Da qui il nome dell’operazione “Fly”. Tra i destinatari di misura anche un 85enne padre di uno dei principali indagati, il quale, secondo le accuse, avrebbe concorso nell’attività di spaccio ricostruita dal figlio 42enne. Nel corso delle indagini è stato possibile acquisire importanti elementi probatori a carico di un 45enne ritenuto il principale rifornitore di dello stupefacente per il gruppo”.

Ma le attività tecniche hanno anche permesso di evidenziare la commissione di ulteriori reati: “Emerge – si legge in una nota – un episodio di estorsione riguardante un orologio oggetto di furto, per la restituzione del quale uno degli indagati chiedeva alla vittima la corresponsione della somma di mille euro. Nello specifico, la vittima, identificato in un dipendente orologiaio di una rinomata gioielleria di Cosenza, pagava la somma richiesta pur di rientrare in possesso dell’orologio di valore che gli era stato affidato per la riparazione”.

Nel corso dell’attività sono stati identificati 42 acquirenti ed effettuati una serie di riscontri oggettivi che hanno consentito di cristallizzare l’attività di spaccio attraverso la segnalazione alla Prefettura di Cosenza di 13 assuntori, nonché di arrestare in flagranza di reato 2 persone e denunciarne in s.l. altre 3 per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre, nel periodo di riferimento sono stati sequestrati anche complessivamente 113 gr. di cocaina, 10 gr. di hashish e 80 gr. di marijuana.

Condividi su Whatsapp
1 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA