lunedì, 22 luglio 2024

Editoria ed inclusione: Il Crotonese e l’associazione Sabir propongono un inserto multilingue

Ha il titolo "Sabir Metà Africa, metà Europa - Il notiziario del popoli", esce domani 18 aprile e avrà cadenza mensile

immagine articolo Editoria ed inclusione: Il Crotonese e l’associazione Sabir propongono un inserto multilingue

Il bisettimanale il Crotonese e l’associazione Sabir propongono un inserto multilingue, in uscita domani 18 Aprile, che sarà pubblicato sull’edizione cartacea e digitale de il Crotonese. È una iniziativa inedita per un giornale locale che mira a promuovere l’inclusione tra persone diverse, che parlano varie lingue e che abitano la città pitagorica. La pubblicazione avverrà, in questa prima fase, una volta al mese. L’inserto ha il titolo ‘Sabir Metà Africa, metà Europa – Il notiziario del popoli’. Il nome Sabir è stato scelto in quanto è una una ‘lingua franca’ che si parlava nel mediterraneo fino alla fine dell’800 e che ha permesso a tutti – italiani, i tunisini, i francesi, gli spagnoli – di riuscire a capirsi fra loro pur provenendo da paesi diversi. Il sottotitolo – Metà Africa, metà Europa – richiama anche una celebre canzone di Rino Gaetano ed è un omaggio alla città di Crotone. La realizzazione dell’inserto ha visto la collaborazione tra la redazione de il Crotonese, l’ufficio migranti e l’ufficio comunicazione dell’associazione Sabir che, con i suoi mediatori culturali, ha realizzato articoli scritti nelle lingue di provenienza della gente che popola la città di Crotone. Su questo primo numero ci saranno notizie in inglese, ucraino, arabo; nel prossimo anche francese e spagnolo. Articoli con la rispettiva traduzione in italiano per permettere a tutti di fruire dei nuovi contenuti.

“Questo progetto – spiega Manuelita Scigliano, presidente dell’associazione Sabir – ha un obiettivo ben preciso: rendere la nostra comunità più inclusiva, più aperta, e favorire l’inclusione attiva dei migranti che risiedono nel nostro territorio permettendo la loro partecipazione alla vita sociale, civile e culturale del crotonese. La rubrica tratterà notizie per i migranti residenti sul territorio ma anche notizie di costume e culturali per permettere di avere una migliore conoscenza tra le culture”. “Le civiltà nascono dagli incontri – dice il direttore de il Crotonese, Giuseppe Pipita – lo sappiamo bene qui, in questa terra dove la cultura proveniente dall’altra parte dello Ionio pervase le comunità indigene facendo nascere la Magna Grecia. Da questa considerazione, in un mondo nel quale prevale la filosofia dello scontro, è nata l’idea di realizzare un inserto multilingue su un giornale prettamente locale com’è il Crotonese. Un inserto che si propone, come è nelle caratteristiche dei mass media, di far incontrare le culture presenti nel territorio”.