giovedì, 30 maggio 2024

Elezioni Europee, Occhiuto: «Diciamo ‘no’ a Le Pen, ‘sì’ ai fuoriusciti del Pd»

Così il presidente della Regione in un passo dell'intervista rilasciata a Libero

immagine articolo Elezioni Europee, Occhiuto: «Diciamo ‘no’ a Le Pen, ‘sì’ ai fuoriusciti del Pd»

“Il centrodestra non è litigioso, contrariamente a quanto accadeva con la sinistra al governo. Ci sono delle legittime differenze. Antonio Tajani sta facendo un lavoro straordinario al governo e nel partito, e Forza Italia fa bene a rappresentare la sua identità, ad assumere una propria posizione”. Così Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, in un’intervista a Libero.

“Noi dobbiamo parlare a quel popolo del moderati che magari oggi vota anche Fratelli d’Italia e Lega, ma lo fa non ritrovandosi appieno in quelle linee politiche. Dobbiamo parlare ai moderati in fuoriuscita da un Pd a guida Schlein, così come a quanti credettero nel Terzo Polo”. Rafforzare l’identità, quindi. Ma sulle Europee la domanda va al ‘dopo’. Voi guardate ai socialisti per un’alleanza? “Tutt’altro. Noi guardiamo ad altre famiglie che non si riconoscono nel partito socialista europeo e che possano comunque essere compatibili, per principi e valori, con il Ppe. Tra queste forze non c’è quella guidata da Marine Le Pen, che è ben diversa da Salvini. Il leader della Lega a Pontida può invitare chi vuole, ma Tajani ha fatto bene a dire ‘no’ a qualsiasi ipotesi di alleanza”.