mercoledì, 24 luglio 2024

Fiere: il made in Calabria presente a “Fruit Logistica” 2024

Dal 7 al 9 febbraio i prodotti calabresi saranno protagonisti a Berlino. Il percorso di promozione voluto dalla Regione Calabria passa anche da Fruit Logistica

immagine articolo Fiere: il made in Calabria presente a “Fruit Logistica” 2024

Anche nel 2024 prosegue il percorso di promozione delle aziende calabresi in Italia e nel mondo. Un cammino che passa dalla Germania e, precisamente, da Berlino. Dal 7 al 9 febbraio, infatti, la capitale tedesca ospiterà l’edizione 2024 di Fruit Logistica, una delle più importanti fiere del settore in Europa. Una grande occasione per le aziende del settore alimentare, ma anche per quelle della lavorazione alimentare e dell’industria dei processi alimentari, con la Calabria e le sue aziende agroalimentari in prima fila grazie al lavoro dell’Assessorato regionale all’Agricoltura e dell’Arsac.

“Il sistema ortofrutticolo calabrese – ricorda Gallo – è tra i più importanti del sistema produttivo italiano. A Berlino saremo presenti con i nostri consorzi di tutela e le nostre op. All’appuntamento ci presentiamo inoltre con un bando, attualmente aperto, per il finanziamento di nuove coltivazioni di drupacee, pomacee e frutta a guscio. Siamo al fianco di imprenditori e agricoltori calabresi, per sostenere investimenti finalizzati ad ampliare le superfici piantumate in una regione come la nostra che, nei prossimi anni è destinata a crescere in questo settore”.

Oltre alla promozione dei prodotti, come sempre, nel corso della tre giorni berlinese, non mancheranno momenti dedicati all’approfondimento. Mercoledì 7 febbraio, alle ore 10, nell’area della Regione Calabria, è in programma un incontro dedicato all’actinidia. Nel pomeriggio, poi, dalle ore 15, si parlerà degli agrumi di Calabria, ovvero del bergamotto di Reggio Calabria, del cedro di Santa Maria del Cedro, della clementina di Calabria e del limone di Rocca Imperiale. Giovedì 8 febbraio, dalle ore 10, il dibattito sarà incentrato su altri prodotti come i fichi di Cosenza, la cipolla di Tropea, il finocchio di Isola Capo Rizzuto e la patata della Sila con la partecipazione del Direttore del Dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, e dell’Assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo.