sabato, 15 giugno 2024

Giornalisti crotonesi “kriminali” di nuovo in scena per beneficenza

Il debutto è previsto il 6 giugno: biglietti sold-out, ma c'è già la data della replica

Eh si: quì c’è la recidiva! A distanza di un anno, i giornalisti crotonesi ritornano a calcare il palcoscenico in un nuovo spettacolo scritto da Giacinto Carvelli con la regia di Rodolfo Calaminici: “Commedia kriminale: santi i gghjiesa e diavuli i casa”. Il fine – come lo è stato già in passato – è sempre quello benefico: quest’anno l’intero ricavato sarà devoluto alla sottosezione crotonese dell’Unitalsi per l’acquisto di un nuovo pulmino.

Nella precedente commedia, i giornalisti avevano fatto il funerale del giornalismo; quest’anno – invece – vestiranno i panni dei criminali. Non mancheranno equivoci, gag, risate. Se lo scorso anno vi hanno fatto ridere, quest’anno non sapete che vi aspetta. C’è tanto hype intorno alla commedia, in un’energia positiva che rifiorisce ogni qualvolta ci si ritrova per un fine nobile.

Procedono spedite le prove in questi ultimi giorni, anche in considerazione del fatto che il debutto è fissato al 6 giugno alla Villa Comunale di Crotone: i biglietti sono già terminati da qualche giorno, ma non bisogna disperare. E’ già prevista una replica, sempre nella stessa location, per il 12 giugno. E non è escluso il fatto di una terza replica da stabilire, considerato che le prenotazioni dei biglietti per la seconda viaggiano spedite.

Attori e ruoli

Danila Esposito – la Madonna
Bruno Palermo – San Michele
Tiziano Boscarato – Dio
Franco Timpano – Ture
Giacinto Carvelli – Ciccio
Laura Leonardi – donna Carmela
Giuseppe Pipita – don Peppino
Danilo Ruberto – don Rafele
Francesca Travierso – donna Lucrezia
Vincenzo Saporito – comandante dei Carabinieri
Vincenzo Montalcini – Assunta
Francesco Vignis – don Francesco
Antonella Marazziti – donna Filomena
Nurul Alam Munna – Mustafà
Aurelia Parente – signora Lia
Francesca Caiazzo – Totareddu / zia Peppina
Giovanni Le Rose – poliziotto
Giusy Regalino – commissario
Massimo Carlozzo – don Massimo (parroco)
Maria Rosaria Paluccio – donna Creluzza
Tiziana Selvaggi – donna Vincenza
Gigi Abbramo – il politico
Paolo Polimeni – don Rosario

interviste:
Rodolfo Calaminici – regista
Giacinto Carvelli – autore della commedia