Fede Notizie Province Reggio Calabria

Giornata per la conversione dei mafiosi, il Papa concede l’indulgenza plenaria

2 Condivisioni

Indulgenza plenaria: è lo speciale “dono” fatto da papa Francesco, attraverso la Penitenzeria Apostolica, a quanti sabato 6 ottobre, in occasione della “Giornata diocesana di preghiera per la conversione dei mafiosi e la riconciliazione con la Casa Comune”, e la domenica successiva si recheranno nel santuario Nostra Signora dello Scoglio. La Giornata, indetta con proprio decreto dal vescovo della Diocesi di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, viene celebrata, ogni anno, il primo sabato del mese di ottobre nel Santuario Nostra Signora dello Scoglio fondato dal mistico Fratel Cosimo Fragomeni e in tutti i Santuari diocesani. “Proprio perché questo speciale ‘regalo’ ‘manifesta la pienezza della misericordia di Dio, che viene espressa in primo luogo nel sacramento della Penitenza e della Riconciliazione’ – è scritto in una nota – la Penitenzieria Apostolica, dando ascolto alla richiesta del vescovo Francesco Oliva, ha dunque, concesso l’indulgenza plenaria, secondo le condizioni previste, tendendo anche una mano a uomini e donne mafiosi e criminali perché convertano il proprio cuore da una mentalità espressione ‘di una cultura di morte, che si oppone radicalmente alla fede cristiana e al Vangelo’. Un invito ad accostarsi alla misericordia del Padre e a e cambiare vita prendendo le distanze dalle pratiche malavitose e incarnare concretamente il Vangelo. Il passato di un uomo non importa nulla se egli è pentito e vuole guardare al futuro. Ciò che conta non è la professione religiosa di un uomo, ma sapere se abbia rinunciato ai suoi sbagli e alla sua vita poco pulita. Se non ha rinunciato a tutto questo la sua professione religiosa è in abominio a Dio ed egli si trova sotto il peso della condanna”.