martedì, 25 giugno 2024

Gratteri: “I Consorzi di bonifica non hanno mai prodotto nulla, come i Gal e gli operai forestali”

immagine articolo Gratteri: “I Consorzi di bonifica non hanno mai prodotto nulla, come i Gal e gli operai forestali”

“Conoscevo i Consorzi come quelli che non hanno mai fatto nulla specie quello della Ionica reggina. Il nulla del nulla. Invece bisogna fare e dimostrare di esistere, perché sono soldi pubblici e della collettività che paga le tasse e vuole vedere risultati. Per questo non riuscivo a crederci quando sono stato invitato a questo evento”. È quanto ha affermato il procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri intervenendo all’inaugurazione dell’installazione di apparecchi per il controllo e la regolazione della distribuzione idrica del Consorzio Ionio Catanzarese. “Noi proprietari di appezzamenti di terreno – ha sottolineato il procuratore – paghiamo ogni anno il Consorzio di bonifica e non abbiamo mai visto un rappresentante dell’ente dire: controlliamo questo scolo, questo terreno, vediamo questo territorio come è. Non vorrei che si continuasse con questa non presa di responsabilità. Bisogna giustificare lo stipendio ogni giorno. La stessa cosa vale per i Gal. Non ho capito cosa fanno in concreto sui territori in favore degli agricoltori. Queste cose devono finire e voglio sentire discutere. Sono discorsi da affrontare in modo serio. I Consorzi di bonifica e i Gal devono dare conto a qualcuno”. Gratteri ha anche parlato dei forestali. “I forestali – ha detto – devono dirmi concretamente se hanno pulito mai un bosco e che cosa fanno durante il giorno. Se c’è qualcuno che è in grado di dirmi una squadra di operai di forestali di 15 persone concretamente durante la giornata cosa ha fatto. Questo devono documentarmi. Perché non voglio che questi enti o parte di essi, siano ammortizzatori sociali. Siamo arrostiti dagli incendi. E io voglio sapere: dove sono i forestali quando ci sono gli incendi? Io non li vedo, vedo solo i vigili del fuoco. Voglio concretamente conoscere la spesa del Gal, dove vanno a finire quei soldi e chi sono i beneficiari e dove è il Consorzio di bonifica ogni volta che c’è un evento naturale?”.