Attualità Catanzaro Notizie Primo Piano Video

I tentacoli della corruzione si infiltrano nei settori principali del Paese: il convegno all’UMG (VIDEO)

Scritto da:

«La corruzione, infiltrandosi nei settori principali del nostro paese, finisce per contaminarli fino a devastarli»: lo ha dichiarato il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede intervenendo ieri al convegno “Legalità dell’azione amministrativa e contrasto alla corruzione”, organizzato dall’università Magna Graecia di Catanzaro e promosso dal professor Fulvio Gigliotti, membro laico del Consiglio Superiore della Magistratura e ordinario di Diritto Privato all’UMG. Una giornata di lavori che ha visto – tra i vari interventi – anche quello del consigliere del Csm Piercamillo Davigo, del presidente della Commissione Parlamentare Antimafia Nicola Morra, del procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, e del direttore de Il Fatto Quotidiano Marco Travaglio.

«L’iniziativa è nata da una sinergia con Officine della Legalità e Unione Nazionale dei Segretari Comunali e Provinciali grazie alla dottoressa Cinzia Sandulli – ha dichiarato il prof. Gigliotti intervistato dal direttore di Video Calabria Massimo Tigani Sava – avevamo pensato di organizzare un’iniziativa scientifica all’interno del nostro ateneo, e mi è sembrato che il tema del contrasto alla corruzione e della legalità nell’azione amministrativa ben si prestasse all’iniziativa, anche in ragione degli interessi che recentemente ho coltivato nell’ambito del Centro di Ricerca in Rapporti Privatistici della Pubblica Amministrazione di cui ero coordinatore fino al mio insediamento al Csm, anche all’esperienza del master in Diritto Privato della P.A».

«Il fenomeno della corruzione, purtroppo, in Italia è particolarmente pervasivo – continua il docente e membro del Csm – nonostante qualche passo in avanti, a seguito della legge anti-corruzione del 2012 e della istituzione dell’Anac, è ancora fortemente e capillarmente diffuso. Una recentissima indagine dell’Istat, diffusa a marzo 2019, rileva che circa un terzo della popolazione ritenga inutile segnalare fenomeni di corruzione, o, con percentuali più consistenti, pericoloso segnalare fenomeni corruttivi. A me sembra che ci sia la necessità di fermarsi a riflettere su questi temi, credo che anche la presenza di autorevoli ospiti sia un segnale particolarmente importante per questo territorio, e sono contento di essere riuscito a condurre a termine efficacemente questa iniziative».

G.L.

Condividi su Whatsapp
15 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA